Si è presentato alla motorizzazione civile di Reggio Emilia per sostenere l’esame di teoria per la patente di guida al posto di un amico. A finire nei guai due cittadini nigeriani, denunciati a piede libero per sostituzione di persona in concorso dalla polizia stradale.
    Ad insospettirsi è stata l’esaminatrice che guardando la carta di identità del candidato si è accorta che la fotografia non somigliasse al 26enne – residente a Modena – che aveva davanti.
    Il documento era invece di proprietà di un 30enne, residente a Reggio Emilia. Un escamotage che sarebbe risultato comunque inutile: la correzione del test ha rivelato che non sarebbe stato comunque passato.

Rispondi