Prima Pagina>Motori>Subaru WRX STI S209 341 Cv, vero gioiello ma solo per pochi
Motori

Subaru WRX STI S209 341 Cv, vero gioiello ma solo per pochi

Dopo una lunghissima attesa, gli appassionati di una delle icone della produzione Subaru, la sportiva WRX STI, saranno accontentati ma limitatamente al mercato nordamericano. La Casa delle Pleiadi ha infatti svelato al NAIAS di Detroit l’edizione speciale WRX STI S209 con motore 2,5 litri H4 da 341 Cv, che sarà prodotta in soli 200 esemplari, tutti destinati al nordamerica. Oltre che per la maggiore potenza (la più elevata nella storia delle WRX non da competizione), la S209 STI aggiunge esclusività e fascino per il look aggressivo. Spiccano la presenza di passaruota allargati, di sospensioni ribassate e tarate per la pista e di una gommatura Dunlop GT600A su cerchi da 19 pollici appositamente realizzata per questo modello. l’intervento di Subaru sul propulsore EJ25 2,5 litri ha comportato un aumento della pressione di sovralimentazione (da 16,2 a 18,0 bar) e facendo ricorso ad un turbocompressore maggiorato. Sono stati aggiunti anche pistoni forgiati e bielle speciali, assieme ad un sistema di aspirazione con flusso ottimizzato, nuovi condotti e filtro dell’aria speciale tipo racing per migliorare la ‘respirazione’ del motore. Una novità è anche il sistema di raffreddamento dell’intercooler con iniezione d’acqua controllata da paddle. Nella WRX STI S209 ci sono anche iniettori più grandi, una pompa del carburante ad alto flusso e una centralina di controllo del motore speciale. Per sfruttare appieno la potenza extra, Subaru ha adottato molle elicoidali più rigide, ammortizzatori Bilstein speciali e una nuova traversa per i duomi anteriori. La barra stabilizzatrice posteriore è inoltre cresciuta fino a 20 mm. Il tutto è completato da freni Brembo a sei pistoncini anteriormente e due posteriormente.

Rispondi