Telecamere sui monopattini, marciapiedi addio

ROMA – Si annunciano tempi duri per i monopattinisti indisciplinati. L’azienda svedese “Voi”, specializzata in mobilità urbana e in sharing, sta per installare a bordo dei propri mezzi delle telecamere in grado di visualizzare quando l’utente sale sul marciapiede o quando abbandona il monopattino in maniera selvaggia. Il tutto grazie a una tecnologia di Intelligenza Artificiale messa a punto da Luna, startup tecnologica di micromobilità.

Il progetto muoverà i suoi primi passi a Northampton, dove un piccolo numero di persone ingaggiate da Voi testeranno l’efficacia delle telecamere. Compito della tecnologia di computer vision sarà quello di rilevare i luoghi che sta percorrendo il monopattino in quel preciso istante, se si tratta cioè di una strada, di un marciapiede o di una pista ciclabile. Negli ultimi due casi, il sistema manderà un segnale per avvisare dell’infrazione.

Conclusa questa prima fase si passerà al progetto vero e proprio, sempre a Northampton, durante il quale 100 telecamere verranno installate su altrettanti monopattini. In caso di infrazione o guida inappropriata, oltre al segnale acustico, il monopattino rallenterà automaticamente la sua corsa evitando di mettere in pericolo gli altri utenti della strada.

“Con la computer vision i monopattini possono essere addestrati a vedere e riconoscere le situazioni pericolose”, spiega Fredrik Hjelm, co-fondatore e CEO di Voi Technology. “Questa sperimentazione stabilirà nuovi standard di sicurezza per questa nuova forma di trasporto”. (f.p.)

Fonte www.repubblica.it

Exit mobile version