Prima Pagina>Motori>Tesla apre pop-up store a Roma, Model 3 in mostra
Motori

Tesla apre pop-up store a Roma, Model 3 in mostra

Dal super-lusso della Roadster al pop, o quasi della Model 3: forte di questa filosofia, Tesla apre a Roma la prima sede ‘fisica’ in Italia. E’ un pop-up store, cioè un allestimento temporaneo, all’interno della Rinascente, nel cuore della capitale. “Le nostre prime auto elettriche erano costruite praticamente a mano – spiegano dalla Casa – e costavano circa 150 mila euro: solo pochi potevano permettersele, infatti ne abbiamo prodotte circa duemila. Con Model S e Model X, il prezzo è dimezzato la fascia di clienti ampliata. Con Model 3, concludono, Tesla può diventare la vettura elettrica più diffusa”. Il prezzo di listino per il modello base, infatti è di 42mila 500 euro: in linea con altre berline simili. Sul costo finale influiscono positivamente i 6mila euro di ecoincentivo: 4mila per l’auto ‘verde’ più duemila per la rottamazione del vecchio veicolo. A questa si affianca la possibilità del leasing con valore residuo garantito: 8mila euro di anticipo, 400-450 euro al mese per 3-4 anni con 15 mila km di percorrenza annua.

La produzione stimata è di ‘migliaia’ di auto, mosse da una tecnologia decisamente più matura. L’aggiornamento dei propulsori garantisce un incremento del 10% dell’efficienza, e i km a disposizione con una carica sono circa 500 per la piccola della Casa (nella versione più lussuosa, però), per salire a 600 di Model S. Già, l’autonomia del veicolo: il vero timore in fase di acquisto è proprio sul dove e come effettuare la ricarica.

Secondo Tesla, per l’uso quotidiano è sufficiente il recharge notturno anche alla presa elettrica di casa. In caso di lunghe percorrenze, invece, ogni 200 km di autostrada in Europa si trovano le colonne supercharge, capaci di rifornire l’auto in circa di mezz’ora (in Italia 30 stazioni e 250 connettori). A queste, si affiancano le molte altre colonne dei vari gestori di energia elettrica. Il costo di un pieno oscilla tra i 15 e i 20 euro.

Nel breve test drive tra Trinità di Monti e via Veneto, abbiamo apprezzato la facilità di utilizzo dell’interfaccia – un touchscreen da 15 pollici, da dove si comanda tutto con uno sfioro -, l’essenzialità delle linee, lo scatto bruciante (0-100 km/h in poco più di tre secondi) e la diffidenza del traffico, con alert sonori pronti a scattare in ogni istante. L’essere intimamente Tesla, insomma.

“Chi viene alla Rinascente – raccontano dalla Casa – assieme ad abiti e profumi griffati, adesso può vedere da vicino la nostra Model 3 e magari decidere di acquistarla”. E assicurano che gli ordini sono già molti.

Rispondi