Chi sostiene la superiorità delle Tesla rispetto alle altre automobili non potrà che rallegrarsi di unto ha fatto negli Stati Uniti il proprietario di una Model 3, appassionato anche della montagna. Con l’aiuto di uno specialista in modifiche meccaniche per fuoristrada e pick-up, ha infatti adattato alla sua auto una coppia di cingoli in gomma, ideali per muoversi sulla neve fresca e su fondi a scarso coefficiente di aderenza. Come spiega un filmato disponibile su YouTube (https://www.youtube.com/watch?v=ChUw02872Xk&feature=youtu.be) sono sufficienti pochi minuti per montare al posto delle ruote posteriori i due cingoli che però vanno trasportati su un altro veicolo, assieme all’attrezzatura per l’intervento.

La trasformazione della Tesla Model 3 in una sorta di ‘gatto delle nevi’ semplificato prevede due sole operazioni da fare, a differenza di altri sistemi molto più costosi (si arriva a 25mila dollari) che vanno applicati a tutte e quattro le ruote. Sono il distacco dei cerchi d’origine e il fissaggio con gli stessi bulloni delle robuste prolunghe metalliche che trasmettono il moto al meccanismo che muove i cingoli. Le prestazioni sono evidentemente limitate – non oltre i 13-15 km/h – anche perché questi meccanismi girano ad un regime doppio rispetto alle normali ruote, ma assicurano in ogni caso una elevata trazione soprattutto sulla neve fresca. Da notare che lo slittamento dei cingoli è in ogni caso gestito dal traction control di serie della Tesla.

Rispondi