Una vera e propria ‘scossa’ alla produzione di veicoli elettrici, quella che che hanno deciso di fissare in Volkswagen per il 2025. Se l’obiettivo strategico, per i tedeschi, è quello di produrre un milione di elettriche che sarà raggiunto due anni prima del previsto, a fine 2023, la strategia in senso elettrico della casa è destinata a crescere nei prossimi anni. Con il debutto mondiale della ID.3 lo scorso settembre e l’avvio della produzione a Zwickau a novembre, Volskwagen ha già fatto grandi passi. Il 2020 sarà poi l’anno del lancio sul mercato della gamma ID, con le prime ID.3 che arriveranno sulle strade europee in estate.

Per i prossimi anni, la Volkswagen si è candidata a diventare tra i leader mondiali della mobilità elettrica: ammontano a 33 miliardi di euro gli investimenti del Gruppo Volkswagen in questa direzione, di cui 11 miliardi di euro per la marca Volkswagen. Secondo i piani più aggiornati, l’obiettivo strategico di un milione di vetture elettriche è previsto per la fine del 2023, mentre ci si attende di produrre 1,5 milioni di auto elettriche nel 2025. “Il 2020 sarà un anno fondamentale nella trasformazione della Volkswagen. Con il lancio della ID.3 e degli altri modelli della gamma ID., la nostra strategia elettrica diventerà visibile sulle strade – dichiara Thomas Ulbrich, il Membro del Consiglio d’Amministrazione Volkswagen e Responsabile per la Mobilità Elettrica – e il nostro nuovo piano che prevede 1,5 milioni di auto elettriche nel 2025 mostra che tanti vogliono una mobilità individuale ecocompatibile. Noi la stiamo rendendo sostenibile per milioni di persone”. In relazione alla sua strategia elettrica, la Volkswagen ha ampliato l’ambito delle sue attività, in particolare con la nuova consociata Elli e lo sviluppo dell’infrastruttura di ricarica. Insieme alle sue concessionarie, la Volkswagen sta inoltre installando la propria rete di ricarica ed entro il 2025, un totale di 36.000 stazioni saranno ubicate presso le Concessionarie e le sedi della casa automobilistica.

La condivisione con altri Costruttori della piattaforma modulare elettrica MEB è un altro approccio pionieristico. La Ford sarà tra i primi a utilizzare quest’architettura: dal 2023, offrirà in Europa vetture basate sulla MEB e prevede di vendere oltre 600.000 auto in sei anni. La Volkswagen ha inoltre posto le premesse per lo sviluppo, la sperimentazione e la produzione di celle batteria, con una fabbrica di celle batteria con una capacità di 16 giga watt che sarà realizzata a Salzgitter dal 2020. L’avvio di produzione è previsto tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024. A tale scopo, Volkswagen ha siglato una joint venture con il costruttore svedese di batterie Northvolt.

Rispondi