Prima Pagina>Motori>WRC: Budar (Citroen), per Ogier lotta a tre con Tanak e Neuville
Motori

WRC: Budar (Citroen), per Ogier lotta a tre con Tanak e Neuville

”Non è il risultato che speravamo. Non possiamo biasimare Sebastien e Julien per i loro errori. E comunque hanno fatto un ottimo lavoro sul Power Stage, mostrando ancora una volta il loro incredibile spirito combattivo”. Così il direttore di Citroen Racing, Pierre Budar, commentando la prestazione dei suoi equipaggi nella tappa italiana del WRC. ”Esapekka e Janne hanno avuto una prima metà deludente del primo giorno e sfortunatamente, questo ha avuto un effetto a catena sul resto del loro weekend. In Sardegna, è uno svantaggio quasi impossibile da superare. Tuttavia, sono riusciti a far fronte in modo intelligente alla frustrazione, arrivando al traguardo. Ora torneranno in pista in Finlandia, dove sappiamo che hanno sicuramente il potenziale per fare molto bene” ha poi aggiunto. ”Il campionato rimane molto aperto. Continueremo a schierare tutte le nostre forze nella battaglia! Stiamo provando e una cosa è certa, raddoppieremo i nostri sforzi per cercare di fornire ai nostri piloti le migliori armi possibili per la seconda metà della stagione” ha aggiunto Budar.

Parlando poi del campionato generale ha sottolineato: ”Ogier è ancora al top. Tra gli avversari più temibili per questo campionato citerei Tanak e Neuville mentre vorrei sottolineare le ottime prestazioni di Ostberg su C3 R5 nel WRC2”. Infine, a chi gli chiede il motivo per cui si è scelto di competere nel campionato con sole due vetture, precisa: ”Abbiamo deciso di investire tutte le nostre energie e competenze su due auto. Mettiamo la maggior parte delle risorse nello sviluppo di queste vetture senza alcuna rinuncia”. Una battuta finale, poi su Lappi, pilota dal quale forse ci si aspettava qualcosa in più: ”È un ragazzo molto giovane, nuovo per il team e nuovo anche per la vettura che guida. Ha mostrato al momento ottime qualità ma occorre sempre migliorare. Vediamo cosa sarà in grado di fare il prossimo anno”.

Rispondi