Prima Pagina>Musica>I sessant’anni del fu Michael Jackson, tra feste, mostre e gli immancabili misteri
Musica

I sessant’anni del fu Michael Jackson, tra feste, mostre e gli immancabili misteri

Oggi, 29 agosto, sarebbe stato il sessantesimo compleanno del Re del Pop, morto nel 2009 per un’intossicazione di farmaci. Tantissimi gli eventi che lo celebrano in tutto il mondo, anche nel Belpaese: a Napoli si esibiranno i suoi nipoti

Avrebbe compiuto sessant’anni oggi, se quel maledetto 25 giugno 2009 la morte non lo avesse colto improvvisamente in seguito a un attacco cardiaco provocato da un’intossicazione da propofol. E se allora la morte di Michael Jackson fu “l’evento mediatico più grande di sempre”, si può dire che anche il suo sessantesimo compleanno non passerà inosservato. Perché The King of Pop è solo scomparso, ma vive ancora in tutto il mondo tra eventi, mostre e gli immancabili misteri che aleggiano intorno alla sua figura.

Negli Stati Uniti la festa più grande si terrà Las Vegas, dove la famiglia ha invitato i fan di tutto il mondo per il Michael Jackson Diamond Birthday Celebration, che vedrà il Cirque du Soleil esibirsi nella performance acrobatica “Michael Jackson One”, sulle note dei brani più famosi della popstar, tra cui Thriller, Bad, Billie Jean, Smooth Criminal, Beat It.

A Londra, invece, la National Portrait Gallery ha deciso di omaggiarlo regalandogli quattordici delle sue stanze per l’esposizione Michael Jackson: On the wall, visitabile fino al 21 ottobre. La mostra, il cui titolo è un gioco di parole con Off the wall, quinto album del re del pop, raccoglie l’opera di quarantotto artisti contemporanei, da Andy WarholKeith Haring, da David Lachapelle a Kehinde Wiley, ognuno dei quali ha dato, negli anni, la sua versione di Michael Jackson.

ritratto Michael Jackson

 

Anche il Belpaese cercherà di fare la sua figura e così a Napoli stasera, al teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, si terrà lo spettacolo “Michael Jackson Day 5^ edizione – A Day for MJ with 3T”, un vero e proprio omaggio alla grande popstar. L’evento, legato ad un progetto solidale, è organizzato da MJJ Foundation Naples Onlus e Magic Michael Jackson Day e vedrà esibirsi, per la prima volta in esclusiva italiana, i fratelli Jackson Taj, Taryil e TJ Jackson, denominati 3T, figli del brother Tito Jackson (membro dei Jackson 5).

Michael jackson Napoli

 

Coloro che, infine, fossero impossibilitati a raggiungere ciascuno di questi luoghi, potranno onorare la propria passione per Jacko partecipando all’iniziativa “Buy Thriller Again” (compra di nuovo “Thriller”): un’idea nata in seguito alla notizia che la raccolta “Greatest Hits 1971-1975” degli Eagles è diventato l’album in assoluto più venduto negli Usa, superando quindi lo storico primato dell’album di Jackson pubblicato nel 1982 e venduto in oltre 110 milioni di copie.

E qui, parlando di vendite, scattano casualmente le “polemiche” postume. Perché proprio oggi, nel giorno dei suoi sessant’anni, tre giudici della corte d’appello americana hanno sollevato da ogni accusa gli eredi della popstar e la Sony per aver confezionato i tre presunti falsi contenuti in Michael, l’album postumo uscito nel 2010, estromettendoli così dalla class action avviata contro di loro nel 2014 da una fan di Jacko. Secondo i giudici, gli imputati non potevano sapere se per i tre brani oggetto della richiesta di danni, Breaking news, Keep your head up e Monster, i produttori avessero utilizzato la vera voce di Jackson o se si fossero invece avvalsi della voce di un imitatore.

Un mistero che resterà tale, continuando ad alimentare il mito di un’icona della musica destinata a vivere per sempre.

Rispondi