Prima Pagina>Musica>Lignano Sabbiadoro diventa “Un palcoscenico per il mondo”
Musica

Lignano Sabbiadoro diventa “Un palcoscenico per il mondo”

Al via sabato 21 luglio, all’Arena Alpe Adria, il festival internazionale “Un palcoscenico per il mondo”: quattro concerti in due mesi che da Lignano Sabbiadoro gettano un ponte musicale tra occidente e oriente

Quattro concerti in due mesi, luglio e agosto, nel cuore dell’estate, all’Arena Alpe Adria di Lignano Sabbiadoro: è il programma del festival internazionale “Un palcoscenico per il mondo”, rassegna ideata dal musicista e direttore artistico Antonio Moccia, che trasformerà il palco dell’Arena in un ponte musicale tra occidente e oriente, grazie alle esibizioni di artisti e ugole d’oro provenienti da Spagna, Giappone, Corea, Italia, Taiwan, Slovenia.

Ad aprire il programma, sabato 21 luglio alle 21, un concerto dedicato al cinquantennale della morte di San Padre Pio da Pietrelcina, alla presenza di Padre Marciano Morra, l’ultimo dei frati cappuccini allievo di Padre Pio. Una serata dalle tinte sacre e spirituali, dipinte dalle note di Vivaldi, Caccini, Bach, Mozart, Franck, Webber, Lopez e Rossini, con i soprano Carmen Claure e Stella Moccia, la pianista Sayaka Kodama e il Coro e l’Orchestra Marco Polo diretta da Zarpellon. Presente anche il contralto Mika Kunii, celebre per essere riconosciuta come “il contralto caro a Papa Benedetto XVI”, in virtù di apprezzati concerti tenuti alla Sala Nervi e in Vaticano alla presenza del Pontefice.

Il secondo concerto in calendario sarà venerdì 27 luglio, sempre alle ore 21, con “Musica sotto le stelle”: programma operistico con le più belle arie di Gluck, Puccini, Rossini, Mozart, intercalate da brani della tradizione romanza, con “Cuore ‘ngrato” di Cardillo, spiritual, jazz e world music, con “Amazing Grace”, “Libertango”, “A song for you”, che vedrà come interpreti Mika Kunii, il soprano Myungjae Kho, la cantante jazz Anna Soklich e la pianista Sayaka Kodama.

Il mese di agosto sarà aperto da un’altra ricorrenza, il centocinquantesimo della morte del cigno di Pesaro, Gioachino Rossini, che sarà celebrato martedì 7 agosto alle ore 21 da un concerto con il Coro e l’Orchestra Marco Polo, diretti da Roberto Zarpellon, la pianista Kodama, Mika Kunii, il mezzosoprano Yu-Hsin Wang, il soprano Myungjae Kho e il baritono Rios Li. Nell’occasione saranno messe in musica le grandi arie dalle opere più celebri di Rossini, assieme ai grandi del panteon operistico dell’Otto e Novecento, come Donizetti, Bellini, Mascagni, all’operetta di Lehar, a Delibes e al tango di Piazzolla.

Gran finale ferragostano mercoledì 15 agosto alle ore 21 con un grandioso spettacolo dal titolo “Musica e Danza”, che sarà coronato dai fuochi d’artificio. Attesissimo il Taiwan Nantou Folk Dance Group proveniente dall’Isola Formosa nella regione Nantou di Taiwan e diretto da Ching Chi, con meravigliose coreografie in abiti tipici per danze di tipo neoclassico, moderno, folkloristico e tradizionale. Con loro Carmen Claure, Stella Moccia, Mika Kunii e Sayaka Kodama e musiche d’ispirazione colta e popolare per un gemellaggio d’arte tra oriente ed occidente a condivisione di un messaggio di pace, amicizia e fratellanza tra i popoli. punto focale e obiettivo principe del festival internazionale “Un Palcoscenico per il Mondo”, organizzato da “Elevati Anina Mia” in collaborazione con il Comune di Lignano Sabbiadoro.

 

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso con libera donazione.

 

Ulteriori informazioni sul sito www.elevatianimamia.it

Rispondi