Prima Pagina>Musica>Primo Maggio a Taranto tra musica e protesta. Emiliano: “Le soluzioni per l’Ilva ci sono”
Musica

Primo Maggio a Taranto tra musica e protesta. Emiliano: “Le soluzioni per l’Ilva ci sono”

“Riprogrammiamo il futuro”. Intorno a questo tema si è svolto il contro-concertone che ha portato a Taranto migliaia di spettatori e artisti desiderosi di cantare e parlare di lavoro, dei problemi legati all’Ilva edi accordo di programma per Taranto

Lo chiamano il contro-concertone, ma se si dovessero fare i conti con le ideologie, lo dovrebbero chiamare “il concertone”. Non ci sono dietro grandi sponsor come l’Eni in piazza San Giovanni a Roma. Il partire dal basso, l’ avvalersi di una squadra di “Cittadini e lavoratori liberi e pensanti”, di cittadini che tramite il crowdfunding sono riusciti a mettere in piedi una macchina organizzativa quasi perfetta, dovrebbe farci presagire la forza di questo evento.

Cinquanta mila sono all’incirca i biglietti gratuiti staccati all’ingresso. Gli organizzatori-registi, il musicista Roy Paci, l’attore Michele Riondino e il cantante Diodato hanno portato a casa il successo della quinta edizione dell’Uno maggio tarantino, presentato da Valentina Correani, Michele Riondino, Valentina Petrini, con la partecipazione di Martina Dell’Ombra e le infiltrazioni dei ragazzi di Lercio.

Rispondi