Prima Pagina>Osservatorio>Il CFP Senato dei Saggi
Osservatorio

Il CFP Senato dei Saggi

È nato oggi, 27/01/2019, in Vigonza/Padova, il CFP “Senato dei Saggi”.

Un Comitato (CLEMM) che, via via nel tempo, cercherà di coinvolgere e aggregare Personalità di ogni comparto sociale Italiano e Internazionale, al fine di affiancare il programma PVU. Un programma per contribuire a far Legiferare per il Diritto di Dignità per tutti gli Italiani. Oltre a riforme in ogni comparto sociale, per realizzare un cambio di paradigma che porti all’equilibrio perfetto fra costi e benefici. Con la moneta parallela del programma PVU, oggi, si deve e si può!

Tale “Senato dei Saggi”, è una sorta di “Accademia della Crusca” dedicata alla buona Politica.

Quella Politica che, il suddetto programma, definisce l’eccellenza delle eccellenze di ogni Stato democratico; e, ancor di più: eticratico (parola congiunta fra le parole etica e crazia. Ovvero potere alla migliore etica).

Il “Senato dei Saggi” nasce, quindi, come supporto di ricerca, studi e approfondimento di qualsiasi natura della cultura di una Polis (Comunità), degna del TerzoMillennio d.c. 

Una sorta di “faro, che guida i naviganti nel porto sicuro”. Un “porto” dove scaricare e rifornirsi di cultura per una Polis ricca e foriera di Nuovo Umanesimo”.

Il programma PVU prevede infatti – ma solo con natura democratica del voto popolare -, che la seconda Camera dello Stato Italiano (il Senato, appunto) sia riformata in positivo, rispetto ciò di negativo che si ritrova ed essere ora.

Nella modernità di oggi, infatti, ove tutto corre al ritmo incalzante della velocità tecnologica, il Senato previsto dalla nostra meravigliosa Costituzione è oramai superato: troppi tempi lunghi per far passare una Legge. Si rischia che, da quando si pianifica una riforma, prima che essa passi al vaglio e alla sua esecutività complessiva, tale pianificazione diventi quasi obsoleta. 

Il Senato che immaginiamo noi del programma PVU, è un Senato fatto di tanti Saggi quanti siano le Province Italiane, più uno di ognuna delle 300 grandi Città Italiane. 

Alle seguenti Elezioni Politiche, gli Elettori avrebbero quindi la possibilità di ricercare e votare, nei loro territori, quelle  Persone “sagge” che riportano alla memoria dei tempi del “Senato dell’Impero Romano”; quel Senato che, negli studi universitari del diritto,  sanno molto comprendere bene, malgrado la relativa complessità di argomentazioni. 

Nel sito in allegato, chi vuole, può apprendere come il

Senato che abbiamo oggi “sia figlio”, oramai, molto desueto rispetto quello originario. 

I compiti del Senato che il programma PVU prevede,  sarebbero quindi di costante “Faro e Porto” di saggezza e professionalità, attraverso il quale, chi vuol far Politica di Partito possa approdare in “porto” ogni qual volta ce ne fosse bisogno.

Tali Senatori avrebbero quindi il compito di osservare le proposte e poi i Programmi pianificati dai Partiti per diventare Leggi dello Stato Repubblicano e poi diventare “Voce garante del Popolo” affinché i suddetti programmi non siano modificati in peggio durante l’iter Parlamentare della Camera dei Deputati. 

La figura del Senatore, previsto dal Programma PVU, sarebbe quella di un Saggio (Femmina o Maschio che sia)

che abbia superato i cinquant’anni di età (minimo della maturità di oggi per acquisire esperienza e saggezza in ogni ambito sociale) e che:

  1. abbia lavorato bene nel proprio territorio 
  2. abbia il consenso elettorale del proprio territorio 

Il Presidente della Repubblica potrebbe comunque continuare a proclamare Senatore a Vita un senatore per ogni suo mandato (mandati che il Presidente dovrebbe poter mantenere per massimo di due Legislature per poi passare Senatore a Vita).

Ecco, oggi è nato il “Comitato Senato Dei Saggi” (CSDS), con il compito di essere “faro” di indirizzo e promotore del programma PVU.

A presiedere questo CFP Senato dei Saggi c’è stato il Prof Franco Ceccarello (Padovano plurilaureato). Assieme a lui, i molti presenti (aula pienissima), hanno tutti apprezzato l’intervento del sociologo Prof Ivano Spano (fra le altre, segretario generale della Università delle Nazioni Unite). Così come è stato molto apprezzato l’intervento del terzo Ospite, il dott Felice Marra (Presidente della Associazione Le Tre Generazioni).

Un altro imponente “mattoncino” che COEMM, CLEMM e PVU hanno voluto porre per costruire un “Faro ed un Porto” sicuri, per la politica del programma PVU. 

PVU, pensaci tu.

https://www.diritto.it/listituzione-del-senato-nellordinamento-giuridico-dellantica-roma/

Please follow and like us: