Prima Pagina>Osservatorio>Il nuovo PVU si presenta.
Osservatorio

Il nuovo PVU si presenta.

Avanti con il “Diritto di Dignità”…

(Diritto, e non Reddito)!

Preambolo: Qualche amico mi ha chiesto se posso accorciare i miei post! 

Rispondo: è lungo leggere un libro? È immaginabile un Trattato, per contribuire a migliorare uno Stato, con solo qualche sintesi? E ripeto: per ora ho solo questo strumento. Abbiate pazienza. 

Chi vuole seguire il Programma promosso dal PVU, saprà apprezzare questi voluti e ripetitivi tentativi di sensibilizzazione.

Preambolo a parte, inizio con il formalizzare che, il COEMM, sta garantendo il controllo del buon esito della Formazione per l’esempio pilota del MCS (Micro Credito Sociale). 

Chi c’era alla prima sessione della formazione ha potuto constatare nomi e atti ufficiali, che certificano quanto il sottoscritto abbia sempre detto la verità sulla veridicità della “scommessa etica iniziale”! Ovvero, quella fatta con alcuni potenziali Investitori Internazionali: ”promuovere un Passa Parola che riuscisse ad unire una prima massa critica di popolazione sulle vere cause di crisi e povertà”!

Sempre più, si deve comprendere bene la suddetta “scommessa”. La formazione concordata con i Partner esterni al COEMM farà al caso per far diventare il tutto un epocale progetto Pilota!

Nei prossimi giorni la Società delegata alla Formazione pianificherà il calendario appuntamenti per per Referenti Provinciali, Comunali e loro Delegati alla formazione locale. 

Ed ora avanti tutta. Il PVU permette di andare oltre al programma sociale e privato (che finalizza il MCS da un Progetto privato di ingegneria economico-sociale e finanziaria) facendolo diventare un programma per un DIRITTO DI DIGNITÀ PER TUTTI GLI ITALIANI.

Il Diritto di Dignità, infatti, il programma PVU lo pianifica per tutti! 

Ma non solo! Il suddetto Diritto di Dignità va obbligatoriamente abbinato ad programma politico di riforme che devono promuovere la vera libertà, la vera serenità e la vera prosperità che si possono ottenere oggi. 

Il PVU ne è certo: o gli altri ci copiano – come da “originale” – oppure agiremo per svegliare le coscienze della

Maggioranza degli Italiani. Ricordando a tutti di doverlo fare in modo etico e democratico. Le manifestazioni di piazza, infatti, nascondono rischi di infiltrazione negativa troppo alti per non prevenirne gli effetti.

Contribuiremo al meglio anche così ad Nuovo Umanesimo e ad un efficace cambio di paradigma economico, sociale e finanziario!

Il turbo capitalismo è un fallimento evidente, tanto quanto lo sono gli imperialismi e i comunismi! 

Lo sono anche le continue prese di posizione del politichese (di ieri e di oggi) che attribuiscono le vere cause del disastro ad iniziative negative ma marginali (vedi adesso la questione della moneta CFA in Africa; e relativa problematica dei Migranti). 

Riteniamo che i vari programmi governativi internazionali e nazionali siano purtroppo un grande fallimento; compreso quello Italiano: ad iniziare dal “Reddito di Cittadinanza”! Ma non per quello che dicono le opposizioni al Governo PentaLeghista sull’incitazione all’ozio. Riteniamo, invece, che il vero deficit di questa misura legislativa sia da rilevare sui seguenti punti:

  1. Misura che incide sull’indebitamento dell’Italia 
  2. Misura che alimenta la collera fra chi riuscirà ad ottenerla (pochi) e chi ne rimarrà fuori (troppi). E, fra i suddetti e gli altri Italiani.
  3. Misura che produrrà concorrenza sleale fra il lavoro offerto eticamente e quello offerto sotto lo schiavistico ricatto di chi può contare sulla scarsità dell’offerta lavorativa.
  4. Misura che già nella parola “Reddito”, indica tutta l’ignoranza del legislatore che la promuove. Il Reddito infatti lo si attribuisce a chi garantisce una propria attività lavorativa e non al concetto del VALORE UMANO indicato dal Programma PVU. 

Il valore umano – nella modernità – deve essere concesso prima che il Singolo debba dimostrare il proprio talento. Non dopo. 

Come recita meravigliosamente anche la parabola Cristiana dei Talenti. 

Con la moneta parallela Tutto ciò sarebbe possibilissimo.

Se si deve “lavorare” per dimostrare il proprio valore umano, magari sottoponendosi ad evidenti regimi di schiavitù, allora l’equilibrio della natura non potrà mai evidenziarsi in positivo. Anzi, sarà proprio il contrario. 

Per alcuni perfidi potenti, fin troppo ancorati al denaro per fare denaro dal nulla, la “guerra tra poveri” è una atavica realtà da perseguire per “manifesta incapacità della Massa”!

Ora c’è il PVU! Un Partito Costituzionale a tutti gli effetti!

 I “potenti” del Mondo dovranno considerarci sempre di più!     

Non ci accontenteremo di copie sbiadite e falsi specchietti per le allodole. Sappiamo fin troppo bene come si deve creare il vero equilibrio sociale. 

Gli esempi del “reddito solo per i poveri da riavviare al lavoro” come quelli promossi in Italia, Svizzera, ma anche quello Brasiliano, Argentino, Etc., sono purtroppo esempi fallimentari e del tutto diversi dal nostro programma PVU: programma che parte dal “Diritto di Dignità” e finisce con le riforme di tutti i comparti sociali, per portare il vero equilibrio fra costi e benefici.  

Conteremo sui tanti Plinti e Colonne che seguono il Programma COEMM, affinché sappiamo comprendere il grande valore del PVU e contribuiscano a finalizzare il programma per tutti.

L’esperimento in India (vedi allegato) va nella nostra direzione: sarà quindi da interpretare come nella storia del film “La Centesima Scimmia”?

Il nostro originale programma, propone il vero principio di equilibrio fra costi (del Comparto Pubblico: da erogare gratuitamente) e benefici (del comparto Privato: con incentivi per chi è virtuoso e non da tasse controproducenti ed oramai asfissianti).

Dobbiamo Passar Parola. 

Serve spiegare alla base elettorale Italiana che, dal 1990 in poi, le crisi sono diventate sempre più continue; tali crisi non si possono risolvere con stupide guerre, visti i tempi rapidissimi con cui si ripresentano. 

Fino a prima del 1990, nei Paesi Occidentali come l’Italia, la crisi si ripresentava ogni trenta o cinquant’anni. Ora, tutto si ingigantisce di anno in anno e, grazie a tecnologie evolute, diventa visibile di minuto in minuto l’evidenza delle loro vere cause!

L’Italia è il centro dell’equilibrio per il Mondo intero. La saggezza e la creatività dei migliori Italiani sa e può contagiare tutti. 

Noi, vogliamo contribuire al Mondo Migliore!

Quello del Terzo Millennio! 

Quello che, per paradosso, conviene soprattutto ai ricchi.

Tecnologie e saperi evoluti, infatti, fanno la differenza epocale con tutto quello che gli Esseri Umani hanno potuto promuovere fino al 1990 (il numero primo di questa cifra, fra l’altro, riporta al numero 1).  

Dal 1990 in poi si è iniziato ad entrare in quel tempo compiuto decantato da tanti studiosi della Storia Umana. Un tempo, questo, ove gli Esseri Umani, grazie a macchine e robot, possono produrre ogni prodotto/servizio, senza metterci la pesante manualità Umana. Cambiando ogni tipo di lavoro manuale e schiavistico.

Dal 1990, è sempre di più sarà, siamo entrati nell’era dell’abbondanza e della verità!

Abbondanza e verità che vengono in superficie grazie ad Esseri Umani evoluti i quali godono di tecnologie avanzatissime. Tecnologie che

– potenzialmente – possono portare a creare il “Paradiso in Terra”. 

Ora, accanto a COEMM e CLEMM c’è il PVU! 

E, dal prossimo 2 febbraio, gireremo l’Italia come Partito Costituzionale. Umile e determinato a promuovere il Passa Parola della democrazia e delle solidarietà innovative. L’intento è convincere le parti chiunque della bontà del nostro programma.

Attraverso il Delegato Comunale  (DC) del Segretario Politico del PVU, in ogni angolo d’Italia, attueremo il giusto Passa Parola.

Fra le tante iniziative in campo, attueremo la presenza dei “Gazebo del Mondo Migliore” in ogni Comune e Frazione d’Italia. 

E, dai suddetti Gazebo, diventeremo “antenne ricetrasmittenti” di ogni angolo della nostra Amata Penisola.

Dal 2 febbraio prossimo andremo a spiegare il programma sempre con più dettagli.

Perché vogliamo Militari che siano super equipaggiati, costantemente formati per prevenire ogni disagio …e ben pagati!

Perché vogliamo una Magistratura protetta e non politicizzata. Ben pagata, attrezzata ed equilibrata al punto da dividere per sempre quella inquirente da quella giudicante!

Perché, unitamente al Diritto di Dignità, vogliamo i servizi strategici del Paese completamente gratuiti. Sanità in primis (che prevenga e non che curi in modo artefatto per il solo business).

Perché Vogliamo una riforma della scuola che porti quella pubblica a diventare presente ovunque, efficiente e talentosa. Ove i formatori siano formati a non bocciare, bensì ad accompagnare gli studenti fino al “lavoro” che più sanno interpretare.

Perché Vogliamo trasporti pubblici innovativi e gratuiti per tutti. Compresi i Taxi delle Città.

Perché Vogliamo una riforma del Terzo Settore (associazionismo) che diventi foriera di innovativo e moderno lavoro.

Perché Vogliamo una riforma del lavoro che porti quello dipendente ad essere di 4 ore per turno (al giorno). Per 5 giorni alla settimana e con un mese intero di ferie pagate. 

Ma a parità di stipendio di quello attuale.

Una riforma che comprenda quella d’incentivo nei confronti di datore di lavoro. 

Premiando tale Datore di Lavoro con incentivi veri, fino a quelli di pagare un dipendente per ognuno di quelli da lui assunto. Con tale riforma, in pochissimo tempo, si otterrebbero i seguenti risultati:

  1. Imprenditori che dovrebbero trattare i dipendenti come collaboratori, e non schiavi!
  2. Occupare tutti gli Italiani ed i residenti stranieri regolari che chiederebbero di entrare nel nostro Paese.
  3. Avere Dipendenti sereni e consapevoli del proprio lavoro.
  4. Avere Esseri Umani che potrebbero pensare alla vita della Famiglia ed alla propria serenità.
  5. Avere un giro di economia efficiente, altruista e morigerata
  6. Dare, a chi Governa il Paese, gli strumenti per diventare leader della diplomazia per il resto dei Paesi del Mondo.

Qualche stolto e più di qualcuno che ignora le vere cause di crisi e povertà, potrebbe dirci che siamo utopisti. 

No! Riteniamo di essere solo delle persone che hanno avuto insegnamenti molto Saggi, etici, altruisti e positivamente creativi!

Si sappia: tutto quello che ho scritto sopra è possibilissimo! Grazie alla produzione di una moneta parallela all’Euro (noi la chiamiamo “Stato Nota”): a credito per infrastrutture e servizi strategici!

Oggi, si deve e si può! 

Finalmente c’è il PVU.

Pensaci tu! 

https://scenarieconomici.it/altro-che-italia-lindia-fa-partire-un-esperimento-di-reddito-universale-su-600mila-persone-chi-lo-dice-alla-boschi-ed-a-tajani/