Auguri a tutti per un buon fine 2018, in attesa di un 2019 all’insegna dell’epocale esempio pilota, denominato MSC (MicroCreditoSociale).
Repetita iuvant (Ripetere giova)

Si, per Plinti e Colonne del Progetto COEMM, il 2019 è l’anno che dimostrerà un esempio pilota di epocale contribuito a “svegliare” le coscienze di molti Italiani.

Come nuovo segretario politico del PVU, altresì, auguro che il Nuovo Anno sia anche quello nel quale, i Plinti e le Colonne di tale importante Comunità culturale possano contribuire a rilevare e far rilevare ad altri, le differenze fra il solito e dannoso “politichese” e la Politica promossa dal Programma PVU.

Senza rischi per nessuno, riteniamo sia giunto il tempo di riflettere bene sul ruolo che la politica con la P maiuscola può e deve assumere, per dare dignità ai troppi Italiani in gravi difficoltà economiche!

Il 2 febbraio prossimo, il PVU effettuerà la conferenza di lancio del nuovo programma.
Un Partito, nato con l’impegno di difendere il programma del Progetto COEMM e CLEMM con tutto il cuore e l’amore possibili!

Bassano PVU

L’appuntamento è a Bassano del Grappa (Vicenza)
Il 2 febbraio 2019! Ore 15:00.

Attenderò quanti vorranno sostenere le idealità che il Sottoscritto ha voluto promuovere fino ad oggi e diventare i miei personali Delegati Comunali (D.C.) di riferimento (uno in ogni Comune d’Italia. Nelle grandi Città uno per ogni municipio. Fra questi ci saranno poi i Segretari del PVU locale ). Tutto ciò nel rispetto delle regole costituzionali, ma volendo tutelare il programma di equilibrio economico e sociale promosso fino ad oggi con la stessa passione e la stessa etica coerenza.

Con tale strategia il nuovo PVU agirà per non prestare il fianco alle infiltrazioni negative di cui il politichese è ben pregno (leggi detrattori e correnti varie le quali, nel nuovo PVU, devono essere smascherate e relegate a ruoli marginali e insignificanti).

Premessa ideale:
Intanto convinciamoci e convinciamo con passione chiunque incontriamo, che fare Politica con la P maiuscola deve permettere alla Gente di saper scegliere e discernere.
Sbottare con termini del tipo: “la TV fa schifo”; “la sanità fa schifo”; “internet ed i social fanno schifo”; la “politica fa schifo”; “la gioventù è completamente bruciata”, Etc., ecco, generalizzare e far di ogni erba un fascio di qualsiasi riferimento sul quale concentriamo la nostra attenzione, è quanto di più stupido (e calatoci dall’alto) noi si possa fare per poterci sentire Esseri Umani evoluti (del Terzo Millennio dopo Cristo)!

In presenza di tali suddette frasi si dovrà invece correggere come segue: “i programmi negativi che ci sono in TV sarebbero da evitare”; “alcune pratiche adottate dalla sanità sono totalmente da cambiare”; “vi sono social e una parte di internet che sono figli dell’odio e dell’egoismo (come, del resto, nella realtà umana)”; “nella politica – eccellenza della mediazione fra i diversi Esseri Umani che abitano il Pianeta – esistono programmi e politici positivi e negativi: sbagliando su di essi, si determina e riverbera l’errore su tutto quello che la Comunità promuove; premiando pochi furbastri e mettendo in difficoltà la grande maggioranza della Popolazione (“indottrinata” a interessarsi solo del proprio sopravvivere quotidiano)”. Eccetera…

Ecco quindi che, per un reale Nuovo Umanesimo ed un possibile cambio di paradigma economico e sociale, al Progetto promosso da “Plinti e Colonne” di COEMM e CLEMM, si devono affiancare Persone e Programmi PVU ben convinti del
gravoso ma epocale compito che li attende.

Fatta la suddetta premessa ideale, questo ennesimo e lungo post vuole rivolgersi a Donne e Uomini di buona volontà, della comunità e della cultura Italiana. Ed al loro potenziale e potentissimo “Passa Parola” (il celeberrimo e metaforico battito d’ali di farfalla che, da un lato del Mondo, provoca uno tsunami nel lato opposto, in men che non si dica).

Un Passa Parole semplice e senza rischi, anche verso chi ritiene sia giusto premiare gli attuali partiti e movimenti che abitano l’attuale Parlamento Italiano. Altresì, rivolto a quegli elettori che esprimono il loro dissenso NON ANDANDO A VOTARE e, di fatto, ignorantemente, producendo un bell’assist ai signori della “stanza dei bottoni”.

A chi vuol RIFLETTERE E SAPER DISCERNERE, questo post indica quindi alcune importanti differenze fra la Politica di programma* del nuovo PVU e quella di tutti gli altri Partiti e Movimenti (in Parlamento ieri e oggi)! Inducendo questi ultimi a non “tradire” più le promesse elettorali!