Prima Pagina>Osservatorio>Politica:palcoscenico e vecchi concetti
Osservatorio

Politica:palcoscenico e vecchi concetti

Il partito degli “spazzacorrotti e quello della caccia ai migranti”, nell’anno della loro ascesa hanno dimostrato che occuparsi di un solo argomento non cambia le cose in meglio.
Salire sul podio dicendo agli elettori quello che loro vogliono sentirsi dire è facile.

“E l’odio cadde in buon terreno e diede i suoi frutti”.

Il partito della sicurezza si è dedicato a dare la caccia allo straniero: sembra che non ci sia altro da fare che diffidare di tutti, vedere nemici ovunque, sentirsi attaccati. Il partito del cambiamento che toglie ai parlamentari, ha fatto del reddito di cittadinanza una sua bandiera, sembra una cosa epocale, in realtà impostata in questo modo ha solo replicato una legge vecchia di almeno 40 anni negli altri paesi.

Giovani parlamentari ma dalle idee vecchie.

Più che reddito di cittadinanza si ha bisogno del diritto di dignità. La casa, il decoro, l’acqua, il cibo, dovrebbero essere un diritto di nascita. La nazione di nascita è un caso. Per questo si ha diritto di circolare nel mondo per evitare di trasformare una vita in un inferno…Il disagio sociale porta a strappare le coperte di dosso, a bruciare i cartoni dei senzatetto, a sfogare le frustrazioni prendendosela con i più deboli.

Tornerà di moda l’umanità?

Nel frattempo che si capisca dove ci stanno dirigendo o forse dirottando spunta il P.V.U. : un nuovo partito che incentra il suo programma sul valore umano.

Il P.V.U. si dice differente e si presenta come un partito diverso anche nell’impostazione della campagna elettorale :”più che ai voti efficaci per il posizionamento in parlamento si preferiscono elettori consapevoli desiderosi di voler cambiare la situazione attuale. Abbiamo, per questo, posto delle domande alla candidata per Avellino, Del Percio Luisa che si è espressa in questo modo:

Cosa ha spinto il suo desiderio di attivarsi per il proprio paese?

Mi sono detta: “perché no ! Mettersi in gioco è stato come dire basta delegare agli altri quello che voglio e che so fare”.

-A cosa è dovuta la scelta di candidarsi nella Lista Civica laboratorio Avellino?.

Mi è sembrata quella più propositiva con obiettivi chiari, misurabili, realistici molto vicini ai bisogni dei cittadini. In più ho visto nel Partito Valore Umano una possibilità a questa mistificazione di idee e azioni.
Vede, se si parte dal valore, quello umano,tutto sarà più facile, finirà l’era del materiale umano e quindi lo sfruttamento, tutto ciò che interesserà all’uomo avrà più importanza.

L’accaparramento dei beni primari ai danni dei più deboli, la sofisticazione degli alimenti, l’ambiente, saranno trattati non più come argomenti ma come problemi seri da risolvere per la nostra qualità della vita.

-Quale sarà il suo impegno per la città?

Rilanciare il commercio a km utile, rivalutare le tradizioni popolari, progettare attività sociali in sinergia tra i giovani gli anziani, i bambini. Portare a conoscenza come anche in una piccola città, si possono attivare politiche monetarie per un rilancio delle piccole e medie imprese: indispensabile per dare ossigeno alle famiglie. Sembra difficile cambiare le situazioni ma non è così, basterebbe cambiare la mentalità, fare un passo avanti anziché indietro.

-Pensa di riuscire ad ottenere risultati accettabili?

Sta a noi decidere se continuare ad essere la pedina della politica dell’attimo, quella che approfitta di ogni situazione avversa per assicurarsi consensi e di conseguenza voti, o sostenere un progetto politico nascente che ha come pensiero centrante il valore umano, restituire il tempo alle cose che valgono, vivere la famiglia ridurre per questo le ore di lavoro a favore degli affetti, delle inclinazioni migliori , quelle che ci rendono appagati quindi felici.

“Sembra utopico ma niente è  impossibile”. La ringrazio e le auguro di riuscire nel suo intento.

di D’Alessandro Angelina

 

 

La buona comunicazione:
è un progetto autonomo per il cammino verso un Mondo Migliore e unisce un gruppo di bloggers che si ispirano alle linee guida dell’Associazione no profit COEMM (Maura Luperto Presidente e Maurizio Sarlo Fondatore)
Sito: www.coemm.org

Facebook: facebook.com/COEMMeCLEMMOfficialPage/

Yuotube: youtube.com/channel/UCPeEGg5tKdoyOPK–mGE5Yg