Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

Governo, Salvini: "Senza buonsenso non se ne esce e si rivota"

Il messaggio della Lega è forte e chiaro: per uscire dall'empasse tutti devono fare un passo indietro epr il bene del Paese. "Se tutti rimangono fermi sulle loro posizioni e non resta altra strada che tonare ad elezioni"
Salvini: "Tutti devono fare un passo indietro per il bene dell'Italia"
Matteo Salvini, leader della Lega.

Roma - "Se tutti continuano a dire no, no, no... e a mettere veti, a dire 'Quello non mi piace, quello mi sta antipatico', non se ne esce". Lo ha detto ad Agorà il segretario della Lega, Matteo Salvini, parlando del dibattito sulla formazione del governo. "Io sarei orgoglioso di fare il premier - ha aggiunto - ma se ci fosse una situazione diversa che permette all'Italia di andare avanti, io non dico: 'O Salvini o nessuno', se tutti usassero lo stesso buonsenso ne usciremmo, se tutti rimangono fermi sulle loro posizioni e non c'è un governo, si vota".

"In settimana", fa sapere ancora Salvini - continuerò a dialogare con altri (a cominciare da Di Maio) l'unica cosa che escludo è di fare un governo insieme al PD, che ha fatto disastri negli ultimi sei anni. Se ci saranno i numeri per governare sarò orgoglioso di farlo, altrimenti meglio tornare ad ascoltare gli italiani".

La risposta di Luigi Di Maio tramite Facebook non si fa attendere: "Vedo che la Lega ha promesso il cambiamento, ma preferisce tenersi stretto Berlusconi e condannarsi all'irrilevanza. Adesso per completare l'opera, consiglio a Salvini di chiedere l'incarico di Governo al presidente Mattarella e di dimostrare come possa governare con il 37%. Da noi la grande ammucchiata non avrà un solo voto". E conclude: "Quando Salvini vorrà governare per il bene dell'Italia ci faccia uno squillo, gli diremo se saremo ancora disponibili a lavorare con lui al contratto di Governo".