Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! Il vero amore contiene l'elemento della gentilezza amorevole, che è la capacità di offrire felicitàThich Nhat Hanh

Abolizione vitalizi, legittima difesa e immigrazione: ecco le prime proposte di legge

A soli tre giorni dall'avvio della legislatura i neo deputati si sono dati da fare e hanno proposto già 361 nuove norme. Tra queste anche la modifica della Costituzione, l'eutanasia e il presidenzialismo 
Già 361 proposte di legge alla Camera
Matteo Salvini, leader della Lega.

Roma, 26 mar. - La XVIII legislatura è iniziata da soli tre giorni e l'attività dei deputati, soprattutto quella dei 'veterani', e' gia' entrata nel vivo: ad oggi, infatti, sono poco meno di 400 le proposte di legge depositate presso gli uffici competenti di Montecitorio. Molti i temi che vengono affrontati, dall'eutanasia al tetto degli stipendi dei top manager, dalla soppressione del Cnel al nuovo statuto dei lavoratori. E ancora, dall'abolizione dei vitalizi alla riforma degli stipendi dei parlamentari (ma l'autore e' del Pd e non dei 5 stelle), dalla legittima difesa a una stretta sull'immigrazione clandestina (entrambe le proposte sono targate Lega) fino al 'ridimensionamento' dell'Unione europea rispetto alla sovranita' dei singoli Stati (prima firma FdI). La sinistra, poi, ci riprova con lo ius soli: alcune proposte di legge mirano a modificare le norme sulla cittadinanza (una e' a prima firma Laura Boldrini). E ci sono anche proposte contro l'utero in affitto. Viene spiegato, tuttavia, che in molti casi si tratta di iniziative di singoli parlamentari ereditate dalla scorsa legislatura e che i proponenti si sono subito attivati per ripresentarle. Stesso discorso per le proposte di legge di iniziativa popolare: grazie all'intervento di singoli deputati, la proposta che giaceva da mesi nella scorsa legislatura, e' stata ripresentata non appena e' iniziata la nuova legislatura.


   Tra le proposte di legge di iniziativa popolare viene riproposta quella sul "Rifiuto di trattamenti sanitari e liceita' dell'eutanasia" e quella relativa ai "Limiti massimi degli emolumenti dovuti ai top manager di societa' di capitali a titolo di retribuzione e di bonus", nonche' la proposta che mira a vietare il gioco d'azzardo. Infine, sono state ripresentate le leggi di iniziativa popolare sulla "Carta dei diritti universali del lavoro. Nuovo statuto di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori" e sulla separazione delle carriere dei magistrati.

Quanto alle proposte di singoli deputati, un numero consistente riguarda i diritti e le tutele degli animali, ad opera della neo eletta Michela Vittoria Brambilla, che torna in Parlamento. 
   L'ex presidente della Camera, Laura Boldrini ha presentato alcune proposte di legge: una sulla cittadinanza, un'altra in materia di attribuzione del cognome ai figli e una sul contrasto dell'omofobia e della transfobia nonche' delle altre discriminazioni riferite all'identita' sessuale, proposta simile era stata gia' esaminata dal Parlamento, ma poi finita in un binario morto.

Edmondo Cirielli (FdI, gia' parlamentare) ha presentato una proposta di modifica della Costituzione che mira alla "soppressione delle regioni e delle province" per costituire "trentasei nuove regioni".

Due le proposte di revisione costituzionale che puntano all'elezione diretta del presidente della Repubblica, una a prima firma Forza Italia, l'altra del Pd. Il deputato azzurro Paolo Russo chiede l'"introduzione dell'elezione del presidente della Repubblica a suffragio universale e diretto e della forma di governo semipresidenziale". mentre il costituzionalista neo eletto del Pd Stefano Ceccanti chiede "l'introduzione dell'elezione diretta del presidente della Repubblica con successiva elezione dei membri delle Camere, nonche' uniformazione dei requisiti di elettorato attivo e passivo per il Senato della Repubblica e la Camera dei deputati". La dem Alessia Morani ci riprova con l'introduzione nell'ordinamento italiani degli accordi prematrimoniali (proposta gia' all'esame della scorsa legislatura ma mai andata a buon fine). 


   Molto attiva anche la Lega, che con Massimiliano Fedriga e Nicola Molteni ha ripresentato diverse proposte di legge, tra cui quella per "contrastare la delocalizzazione delle attivita' produttive" e il testo "in materia di limiti alla cumulabilita' dei trattamenti pensionistici ai superstiti con i redditi del beneficiario"; e ancora, l'"Istituzione di una zona franca nei territori delle province di Como, Sondrio e Varese"; "Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e altre disposizioni in materia di legittima difesa e di aggravamento delle pene per i reati di furto in abitazione e furto con strappo". 
   Diverse anche le proposte di legge ripresentate dalla leader di FdI, Giorgia Meloni, tra cui quella costituzionale per limitare i poteri dell'Ue e che mira ad introdurre "il principio di sovranita' rispetto all'ordinamento dell'Unione europea" e l'introduzione del reato di integralismo islamico; la perseguibilita' del reato di surrogazione di maternita' commesso all'estero da cittadino italiano; giro di vite sulle pensioni d'oro; pubblicazione delle 'liste nere' dei debitori insolventi delle banche che hanno ricevuto aiuti pubblici, come nel caso dei decreti 'salva banche'. La Lega infine, con Silvana Comaroli, punta a eliminare il canone Rai.