Salta al contenuto principale
  • BUONGIORNO ITALIA! I due giorni più importanti della vita sono quello in cui sei nato e quello in cui capisci perchéMark Twain

Eletti i vicepresidenti del Senato, è polemica del Pd su questori e segretari

Calderoli, La Russa, Taverna, Rossomando sono le seconde cariche a Palazzo Madama. Insorgono i Dem: "Mai successo che l'opposizione non fosse rappresentata nella macchina del Senato"
Eletti i vicepresidenti del Senato, è polemica del Pd su questori e segretari

Il Senato ha votato anche i suoi vicepresidenti. Così, perlomeno a Palazzo Madama, le principali cariche, sono state decise. Ma non sono mancate le polemiche."Quale è il concetto di democrazia del M5S e della destra? Facciamo tutto da soli? -  questo ha dichiarato il neo presidente dei senatori del Pd, Andrea Marcucciper la prima volta nella storia repubblicana l'opposizione parlamentare non avrà accesso al funzionamento della macchina del Senato. Siamo davanti ad un fatto senza precedenti".

Si riferisce al fatto che nessuno del Partito Democratico è stato eletto tra questori e sottosegretari. L'Aula di Palazzo Madama ha comunque varato i nomi dei vicepresidenti: Roberto Calderoli (Lega) con 164 voti, Ignazio La Russa (Fratelli d'Italia) con 119 voti, Paola Taverna (M5S) con 105 e Anna Rossomando (Pd) con 63 preferenze.

I senatori hanno eletto quindi i tre questori: Antonio De Poli (Forza Italia) il più votato con 165 preferenze, Paolo Arrigoni (Lega) con 130 voti, Laura Bottici (M5S) con 115 voti. Al Pd non è toccato nessun Questore perché il candidato Gianni Pittella ha ottenuto solo 59 voti. 

Al momento è ancora aperto il nodo degli incarichi Pd nell'ufficio di presidenza della Camera. I Dem hanno bisogno del voto di altri gruppi per eleggere i propri nomi, e attendono risposte su una vicepresidenza. I Cinque stelle potrebbero però decidere, come ventilato, di tenerla per sé, offrendo al Pd un altro incarico come quello di questore alla Camera. 

Eletti come segretari d'Aula al Senato: Paolo Tosato (Lega), Francesco Giro (FI), Tiziana Nisini (Lega), Vincenzo Carbone (FI), Michela Montevecchi (M5S), Sergio Puglia (M5S), Giuseppe Pisani (M5S), Gianluca Castaldi (M5S).