RITRATTO

Consigliere regionale del Lazio, 46 anni, ha annunciato che sarà espulso da M5s. «La verità è che do fastidio al Pd», ha attaccato

di An.C.

25 marzo 2020


Tra cartellini rossi e porte sbattute, ecco chi ha lasciato il M5S

2′ di lettura

A volte la politica sa di paradosso. Accusato di essere un complottista novax – a gennaio, commentando la scelta di Beppe Grillo di firmare il manifesto per la Scienza promosso da Guido Silvestri e Roberto Burion aveva ammesso in un’intervista a Repubblica che lui quella firma proprio non l’avrebbe messa in quanto «la nostra linea è sempre stata quella di una vaccinazione consapevole e responsabile, che segue le nuove teorie scientifiche» – il pentastellato Davide Barillari sta per essere espulso dal movimento politico al quale appartiene. Lui non l’ha presa bene, e ha rilanciato: «è tutto un complotto contro di me».

L’annuncio del consigliere regionale: «Sarò espulso»
La vicenda: il pentastellato (a quanto pare ancora per poche ore) consigliere regionale del Lazio, 46 anni, ha annunciato che questa sera sarà espulso da M5s. «Oggi – ha scritto in un post su Facebook – è il mio ultimo giorno nel Movimento 5 Stelle. Domani (oggi, 25 marzo ndr) verrò espulso, in videoconferenza». Lunedì Barillari ha pubblicato sulla sua pagina Facebook, in piena emergenza coronavirus, il link a un sito sulla sanità (www.saluteregionelazio.it) che era stato apertamente sconfessato prima dal suo gruppo consiliare, poi dal Blog delle Stelle. «Controinformazione, libera e senza censura. Senza nessuna paura di raccontare la verità. Anche se scomoda e molto fastidiosa per chi governa la Regione Lazio», si legge nel portale. «È un pretesto – ha replicato il consigliere Cinque Stelle – la verità è che do fastidio al Pd».

Il più ortodosso degli anti Dem
Oltre ad avere avuto in passato posizioni vicine a quelle dei no vax, infatti, Barillari ha in più di un’occasione espresso perplessità sull’ipotesi di un abbraccio tra Cinque Stelle e Pd anche a livello regionale. È infatti considerato il più “ortodosso” degli anti Dem. E proprio per questo, è il suo ragionamento, ora gli danno il benservito dal Movimento. «Dopo 10 anni di lotta appassionata nel M5S, – confida sul suo profilo Facebook – la mia colpa oggi è di non rassegnarmi a fare lo scendiletto di Zingaretti….». Un complottista che parla di complotto.

Per approfondire:
Camera, il neopresidente della Commissione Finanze Trano: «Non farò un passo indietro»
Faide, abbandoni, espulsioni. Cosa sta succedendo nei Cinque Stelle?

https://www.ilsole24ore.com/art/chi-e-barillari-no-vax-che-grida-complotto-mentre-sta-uscire-m5s-di-ADQrnaF

Rispondi