Prima Pagina>Politica>Comunali, a Cagliari è sfida a tre: M5s senza candidato
Politica

Comunali, a Cagliari è sfida a tre: M5s senza candidato

Per la terza volta nel giro di quattro mesi dopo le Regionali di febbraio e le Europee di maggio, una parte dei sardi (quasi 400mila persone) è chiamata alle urne domenica 16 giugno per eleggere il sindaco in 28 Comuni, tra i quali spiccano Cagliari, Sassari e Alghero. Il capoluogo isolano va al voto con due anni di anticipo per le dimissioni del sindaco Massimo Zedda, che ha optato per il Consiglio regionale dove siede all’opposizione dopo aver perso la sfida per la guida della Regione contro Christian Solinas.

M5s grande assente alle comunali a Cagliari
A Cagliari il grande assente è il Movimento 5 stelle: il candidato era stato scelto e la lista certificata, ma nel bel mezzo della campagna elettorale per le Europee aveva fatto clamore un vecchio post su Fb dell’aspirante sindaco, il cardiologo Alessandro Murenu, in cui esprimeva posizioni contrarie alle unioni civili e all’aborto. Da qui il ritiro della certificazione e la decisione di non far correre neppure l’altra lista che aveva chiesto l’ok allo staff di M5s. Si ripete, dunque, quanto accaduto in occasione delle regionali sarde del 2014 quando i grillini rinunciarono alla corsa

Tre candidati in corsa
In corsa rimangono in tre: per il centrosinistra l’assessora all’Urbanistica uscente Francesca Ghirra, vincitrice delle primarie; per il centrodestra – dato favorito sulla spinta della Lega – il consigliere regionale Paolo Truzzu di Fratelli d’Italia, partito al quale è spettata l’indicazione del nome in base ad un accordo tra Salvini, Berlusconi e Meloni; infine l’outsider, l’ambientalista Angelo Cremone con la lista Verdes per Cagliari Pulita, riammesso dal Tar dopo un ricorso. Sette le liste collegate al centrosinistra. Undici le liste collegate al centrodestra. In queste ultime settimane la campagna elettorale si è giocata soprattutto su due temi: il sistema di raccolta differenziata e la pedonalizzazione di alcune vie diventate un richiamo per turisti.

I big nazionali in Sardegna
In quest’ultima settimana di campagna elettorale in Sardegna, per la volata ai candidati sindaci delle citta’ maggiori – Cagliari, Sassari e Alghero – è in programma l’arrivo nell’Isola dei big nazionali: tocca oggi a Nicola Zingaretti (Pd) che nel primo pomeriggio è ad Alghero, poi a Sassari e infine a Cagliari.
Stesso tour per Giorgia Meloni che sarà però in Sardegna venerdì 14. In forse l’arrivo del leader della Lega Matteo Salvini

La vittoria del centrosinistra alle suppletive
Alle elezioni europee del 26 maggio a Cagliari il Pd è stato il partito più votato con il 31% seguito dalla Lega con il 22,7%. Nel capoluogo sardo quest’anno, oltre che per le regionali a febbraio, si è votato anche a gennaio per il seggio alla Camera nelle elezioni suppletive convocate per sostituire l’ex deputato Andrea Mura, il velista eletto con i 5 Stelle lo scorso anno e dimessosi dopo le polemiche sulle sue assenze dall’aula. Elezioni segnate a sorpresa dalla vittoria del candidato del centrosinistra, il giornalista 62enne Andrea Fraili.

© Riproduzione riservata

Argomenti:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2019-06-12/comunali-cagliari-e-sfida-tre-m5s-senza-candidato-122245.shtml?uuid=ACMHBOQ

Rispondi