Prima Pagina>Curiosità>Fantastico! “Tristina” Parodi, quella che era alle Maldive nel 2004 e se ne fregò dello tsunami…
Curiosità Politica

Fantastico! “Tristina” Parodi, quella che era alle Maldive nel 2004 e se ne fregò dello tsunami…

…che uccise centinaia di migliaia di persone, restando in vacanza perché nel suo lussuoso resort era arrivato soltanto “un po’ di mare mosso”, dà degli ignoranti agli italiani. Altra medaglia per Salvini

“Stiamo bene, un po’ di mare mosso – dichiaravano a “Repubblica” la Parodi e il marito Giorgio Gori, già dirigente Mediaset e ora sindaco Pd di Bergamo (un altro della serie “sempre in groppa”) – nessuna paura”. E restarono in vacanza come niente fosse mentre a poca distanza si accatastavano i morti. Ora questa sensibile signora, miracolata dalla nascita e -dopo un’esistenza privilegiata in Mediaset- conduttrice di un programma Rai di cui nessuno ricorda né titolo né argomento, nemmeno ai piani alti di Viale Mazzini visti gli ascolti prossimi allo zero, dà lezioni agli italiani e dice che il loro voto è dovuto a paura e ignoranza. Senza parole.

maldive tsunami

 

“Il successo di Salvini è dovuto all’arrabbiatura della gente. Alla paura e anche all’ignoranza. Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che era stato promesso di fare”. Così Cristina Parodi, intervenuta nel corso del programma “I Lunatici”, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio in diretta su Radio2 dall’1.30 alle 6 del mattino. La conduttrice tv – dopo la scorsa stagione alla guida di Domenica In, per la verità poco premiata dagli ascolti, ora conduce ‘La prima volta’, sempre in onda su Rai1 – si è lasciata andare ad alcune dichiarazioni di carattere politico, in particolare commentando l’ascesa politica di Matteo Savini e della Lega.

tsunami 2004

 

Ed ha aggiunto “Mi fa paura vedere un tipo di politica che è basata sulla divisione, sui muri da erigere. Vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli e che aiutasse questo Paese a risollevarsi in un altro modo”. La Parodi ha parlato anche della ricandidatura del marito Giorgio Gori a sindaco di Bergamo: “Ne abbiamo discusso ma non credo che sia stata una decisione travagliata. E’ stato faticoso ma anche bellissimo fare questi cinque anni da sindaco di Bergamo. Giorgio è una persona onesta, sincera, da bergamasco ha iniziato una cosa e ora vuole finirla”.

Fonte: Agi

Rispondi