Prima Pagina>Politica>Il russiagate non scalfisce i consensi della Lega: nei sondaggi resta al 37-38%
Politica

Il russiagate non scalfisce i consensi della Lega: nei sondaggi resta al 37-38%

i dati di swg

di Mariolina Sesto

16 luglio 2019


Lega-Russia, oggi l’interrogatorio di Savoini

2′ di lettura

C’è un solido motivo dietro la sicurezza con la quale Matteo Salvini tiene testa alle accuse di alleati e opposizione sul russiagate. Dietro la leggerezza con cui il vicepremier leghista difende Savoini «innocente fino a prova contraria» e ne ammette l’amicia venticinquennale ci sono dei numeri. Sono i numeri dei primi sondaggi dopo la settimana di passione del caso “Russia”. R questi numeri fotografano una Lega in ottima salute con un serbatoio di voti che oscilla tra il 37 e il 38%. Circa quattro punti in più rispetto al 34,3% delle Europee di neanche due mesi fa.

Il sondaggio Swg
La rilevazione di lunedì di Swg non lascia dubbi: subito dopo il caso Savoini, il partito di Salvini godel del 37,7% nelle intenzioni di voto, guadagnando persino un 0,2% rispetto alla settimana scorsa. Nella stessa rilevazione il Pd cede uno 0,7% passando dal 22,7 al 22 per cento. Il Movimento Cinque stelle acquista uno 0,5% salendo dal 17,4% al 17,9. Forza Italia recupera qualche decimale dal 6,8 al 7 per cento. Infine, Fratelli d’Italia cala dal 6,6 al 6,4 per cento.

Leghisti poco sensibili allo scandalo russo
Del resto una rilevazione di Ipsos, pubblicata sul Corriere della Sera, aveva già messo in luce come l’elettorato del Carroccio fosse molto indifefrenze nei confronti del caso Savoini. Il sondaggio di Pagnoncelli rilevava come, agli occhi dell’opinione pubblica in generale, il caso Russia-Lega avesse assunto i contorni di una vicenda grave: lo pensa il 58% degli intervistati contro un quarto che la considera marginale. Solo i leghisti e gli elettori di Forza Italia non le attribuiscono molta rilevanza, mentre gli altri elettorati (compresi i due terzi dei pentastellati) ne sottolinea la gravità. Numeri che trovano conferma nelle intenzioni di voto: il partito di Salvini non arretra rispetto alla quota del 37-38% neppure sotto i duri colpi dello scandalo internazionale.

https://www.ilsole24ore.com/art/il-russiagate-non-scalfisce-consensi-lega-sondaggi-resta-37-38percento-ACd5fAZ

Rispondi