Prima Pagina>Politica>Rivolta nel Partito Democratico contro Renzi per le sue dichiarazioni in Tv
Politica

Rivolta nel Partito Democratico contro Renzi per le sue dichiarazioni in Tv

Dopo Martina, tanti dirigenti attaccano l’ex segretario che nel programma di Fabio Fazio ha escluso ogni accordo con il M5s. Ora Di Maio vuole le elezioni. Giovedì la direzione nazionale del Pd sarà un campo di battaglia. Ci sarà una svolta?

È in atto una rivolta nel Pd contro l’ex segretario Renzi. Molti dirigenti  lo criticano sia per aver escluso ogni possibilità di accordo di governo con il Movimento Cinque Stelle,  sia per averlo fatto durante la trasmissione tv Che tempo che fa anziché nella sede naturale del dibattito, la direzione nazionale del partito che si terrà giovedì.

Ieri l’attuale segretario reggente del Pd Martina ha dichiarato: «Così un partito rischia l’estinzione e un distacco sempre più marcato con i cittadini e la società». Oggi Martina precisa: «Il Pd marci unito. Ha bisogno di un lavoro di squadra. Non riesco a immaginare il lavoro di un segretario fuori dalla collegialità».

E oggi gli fa eco in un’intervista l’ ex capogruppo democratico al Senato Luigi Zanda: «Penso che Martina abbia ragione: l’atteggiamento di Renzi fa molto male al Pd. il partito ha bisogno con urgenza di un Congresso». Quanto al confronto con il M5s, Zanda ritiene sbagliato sottrarsi, anche perché «si tratta anche di far fare a loro un bagno di democrazia».

Quanto al ministro ai Beni Culturali Dario Franceschini, ha scritto su Twitter: «E’ arrivato nel Pd il tempo di fare chiarezza. Dalle sue dimissioni Renzi si e’ trasformato in un Signornò, disertando ogni discussione collegiale e smontando quello che il suo partito stava cercando di costruire. Un vero leader rispetta una comunità anche quando non la guida più».

Giovedì, la direzione nazionale del Partito Democratico dovrà esprimersi sulla proposta di accordo di governo che era stata avanzata da Luigi di Maio (il quale ora, deluso, chiede elezioni il più presto possibile). Molti pensano che la riunione si trasformerà in un campo di battaglia, tra favorevoli e contrari alla linea di Renzi. Ci sarà una conferma o un cambio di linea del partito?

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *