Prima Pagina>Politica>Tre milioni di euro per la riqualificazione stradale di arterie strategiche
Politica

Tre milioni di euro per la riqualificazione stradale di arterie strategiche

La priorità, in assoluto, verrà riservata alla strada regionale della Valtournenche che, il 26 maggio prossimo, accoglierà il Giro d’Italia. L’evento di portata internazionale e l’aspetto turistico hanno definito questa scelta

AOSTA. Valle del Lys, strada regionale 5 di Antagnod, la  numero 45 della Valle di Ayas e Col du Joux, la strada regionale 46 della Valtournenche, la regionale numero 8 di La Magdeleine e la numero 1 di Torgnon.

 Al ripristino del manto e al rifacimento dei muretti di queste strade, la Regione Autonoma Valle d’Aosta dedicherà, in porimis, a partire dal prossimo mese, una particolare attenzione. Su proposta dell’assessorato alle Opere Pubbliche, edilizia residenziale,Difesa del suolo ha stanziato la somma di tre milioni di euro per aprire più cantieri in cui si lavorerà per riparare i disastri di un inverno di particolare rigidità. 

  Le eccezionali nevicate, le successive abbondanti piogge e il gelo artico hanno sconquassato la rete stradale della Valle d’Aosta. Cinquecento chilometri di strade di competenza regionale che saranno riqualificate in tempi più che rapidi e restituite alla popolazione con la massima percorribilità.

   “L’opera – dice l’assessore Mauro Baccega – rientra nel livello di alta attenzione che la Giunta pone nell’ambito della sicurezza stradale”. Sottolinea, inoltre:”L’evento ciclistico con una eco internazionale ci impone di garantire ai protagonisti e al loro seguito una ospitalità impeccabile, oltre che una sicurezza totale”.

  Il significativo dissesto di molte strade della Valle d’Aosta è stato causato, in particolare, dai depositi di acqua accumulati sotto l’asfalto spaccato, poi, dal ghiaccio in superficie. L’intervento, già finanziato, è stato posto in gara d’appalto. Fra le strade più colpite emergono quelle della Valle del Lys, della Valtournenche e quelle al di sopra dei 1200 metri. Courmayeur, località turistica dove le precipitazioni nevosa hanno raggiunto i due metri, si caratterizza, soprattutto, per strade statali e comunali.

 “Interverremo anche per il ripristino della regionale di Te^te d’Arpy, dove il dissesto è tale da richiedere una tempestiva e approfondita“. Aggiunge:”Procederemo, a breve, all’affidamento dei lavori e alla prima tranche nella Valtournenche”, conclude.

   

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *