Prima Pagina>Politica>Trentamila processi l’anno diventeranno senza scadenza
Politica

Trentamila processi l’anno diventeranno senza scadenza

LA NUOVA AGENDA DELLA GIUSTIZIA

Dal 1°gennaio 2020 la prescrizione si fermerà dopo la sentenza di primo grado: salterà l’estinzione per eccesso di durata in Corte d’appello e in Cassazione

di Valentina Maglione e Bianca Lucia Mazzei

16 settembre 2019


default onloading pic(Adobe Stock)

3′ di lettura

Sono 30mila all’anno i processi penali che, con l’entrata in vigore il 1° gennaio 2020 della riforma della prescrizione, non avranno più scadenza. È l’effetto della legge Spazzacorrotti – varata a inizio 2019 dal Governo gialloverde, ma con efficacia differita di un anno – che prevede lo stop alla prescrizione dopo la sentenza di primo grado, sia di assoluzione che di condanna.

Si tratta di una disposizione criticata da più parti perché potrebbe portare a processi infiniti. Figlio di un compromesso tra Lega e M5S (si veda l’articolo qui sotto), il blocco della prescrizione è destinato a cancellare la riforma varata due anni fa dall’allora ministro Pd della Giustizia, Andrea Orlando. Ma ora a valutare se e come modificarlo, accanto al grillino Alfonso Bonafede, confermato Guardasigilli anche nel Governo Conte bis, sarà lo stesso Orlando: il confronto tra i due è stato avviato la settimana scorsa e l’obiettivo è di esaminare entro fine mese i provvedimenti per ridurre i tempi dei processi.

I numeri

Nel 2018, secondo i dati forniti dal ministero della Giustizia, i procedimenti penali prescritti in Corte d’appello e Cassazione (per cui opererebbe il blocco) sono stati 29.862. Nel complesso le prescrizioni sono in calo: dal 2016 al 2018 sono scese da 136.888 a 117.367 (-14%). Ma non in Corte d’appello dove, invece, sono aumentate del 12% e mandano in fumo un procedimento su quattro, il 25% dei definiti.

A determinare la diminuzione totale è la flessione dei procedimenti azzerati durante le indagini preliminari (passati da 72.840 a 48.735), che rimane comunque la fase in cui si concentra il maggior numero di prescrizioni (circa il 41% ). In totale, il 75% dei procedimenti si prescrive nel primo grado di giudizio: non verrà quindi toccato dalla riforma.

https://www.ilsole24ore.com/art/trentamila-processi-l-anno-diventeranno-senza-scadenza-ACgBj0j

Rispondi