Prima Pagina>Regioni>Abruzzo>Tangenti: Caianiello sceglie il silenzio
Abruzzo

Tangenti: Caianiello sceglie il silenzio

(ANSA) – MILANO, 8 MAG – Ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere davanti al gip di Milano Raffaella Mascarino, Gioacchino Caianiello, l’ex coordinatore provinciale di FI a Varese, difeso dal legale Tiberio Massironi e arrestato ieri nella maxi indagine della Dda. E’ ritenuto, stando all’ordinanza cautelare, il “grande burattinaio” del sistema di corruzione, nomine e appalti pilotati e finanziamenti illeciti. Sarebbe stato lo stesso Caianiello a fare una proposta corruttiva, rifiutata, al governatore lombardo Attilio Fontana.
   

Rispondi