(ANSA) – CROTONE, 8 AGO – I carabinieri della Tenenza di Isola Capo Rizzuto hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip di Crotone, su richiesta della Procura, a carico di 7 persone (4 romeni e 3 italiani) ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento della prostituzione nei confronti di donne straniere provenienti dall’Est-Europa appositamente adescate, violenza sessuale, lesioni personali e minaccia aggravati.

L’indagine è nata dalla denuncia di una delle ragazze che, dopo aver subito violenze, nell’ottobre del 2018 si è rifugiata nella caserma di Isola Capo Rizzuto. Dalla sua denuncia i carabinieri hanno svelato i contorni dell’organizzazione che adescava ragazze dell’Est sui social network con false promesse. Gli italiani avrebbero accompagnato le ragazze nelle case dei clienti o le ospitavano in appartamento in condizioni igieniche molto critiche, come rilevato dai carabinieri.
   

 

Rispondi