(ANSA) – NAPOLI, 11 FEB – Insulti e il lancio di qualche monetina hanno accolto oggi l’arrivo del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel cinema Eliseo di Poggiomarino (Napoli) dove era in programma un incontro-dibattito sulla figura di Bettino Craxi. A inscenare la protesta uno sparuto gruppo di contestatori. Al convegno era presente anche Bobo Craxi, figlio del leader socialista. Tre le persone segnalate dai carabinieri della compagnia di Torre Annunziata all’autorità giudiziaria. E dieci quelle identificate e la cui posizione è all’esame degli investigatori. Una contestazione che ha riportato alla memoria quella subita da Bettino Craxi all’uscita dall’Hotel Raphael in una delle scene simbolo della fine della Prima Repubblica.
    “Mi pare – ha detto successivamente De Luca ai cronisti – un atto di rinnovata stupidità dopo quell’episodio di barbarie che ha colpito il padre, ripetere l’episodio per la presenza del figlio. Come è complicata la civiltà in questo Paese, e anche il rispetto umano. Sciocchezze”.
   

Rispondi