Prima Pagina>Regioni>Emilia Romagna>Aggredì zio che poi morì, condannata
Emilia Romagna

Aggredì zio che poi morì, condannata

(ANSA) – CESENATICO (FORLÌ-CESENA), 14 GIU – Il tribunale di Forlì ha riconosciuto colpevole Paola Benini dell’omicidio dello zio Alfredo Benini, 87 anni, ipovedente, aggredito brutalmente il 15 ottobre 2017 nella sua abitazione in centro a Cesenatico e poi morto il 13 maggio 2018 in ospedale non essendosi più ripreso. La donna, che si è sempre professata innocente ed era l’unica imputata, è stata condannata a 24 anni di reclusione, il pm Sara Posa ne aveva chiesti 25. L’uomo fu picchiato con ferocia alla testa, secondo i giudici Paola Benini, 57 anni, prima lo aggredì a mani nude

Advertisements
poi con un corpo contundente mentre questi era già riverso a terra gravemente ferito e in una pozza di sangue. Alla base del gesto ci sarebbero stati motivi economici.
   

Advertisements

Rispondi