Prima Pagina>Regioni>Emilia Romagna>Caso Ferrara allo studio, ‘resistente’ al contagio
Emilia Romagna

Caso Ferrara allo studio, ‘resistente’ al contagio

Nell’Emilia-Romagna che lotta contro il coronavirus c’è un’area del suo territorio, il Ferrarese, che sembra resistere naturalmente all’infezione, registrando una diffusione e un tasso di contagi ben inferiore al resto della regione. E che, per questo, dovrà essere studiato a fondo, così da capire come mai, in quella porzione d’Emilia, la Covid-19 sia stato arginato in maniera quasi naturale.

“Magari quando sarà tutto finito – ha osservato il commissario

Advertisements
ad acta Sergio Venturi – ci chiederemo perché i contagi non sono mai cresciuti a Ferrara. Evidentemente qualche ragione ci sarà, o che fosse zona malarica o perché c’è la talassemia, però bisognerà chiederselo perché evidentemente c’è una resistenza naturale di quella provincia a questa infezione che dovremo studiare perché ci potrebbe essere utile anche per altri cittadini”.

Advertisements

Rispondi