(ANSA) – BOLOGNA, 1 OTT – La Corte di appello di Bologna ha accolto la richiesta di estradizione per Walter Klug Rivera, 69 anni, ufficiale del Cile di Pinochet, arrestato a Parma a inizio giugno. Su di lui pendeva un mandato di cattura emesso nel Paese sudamericano per un processo su un episodio di sequestro di persona del 18 settembre 1973, sei giorni dopo il colpo di Stato. Klug avrebbe rapito un militante comunista, che poi sparì, come migliaia di persone in quegli anni.
    L’ufficiale poi si trasferì in Germania, ma a giugno ha lasciato i documenti in un albergo di Parma, dove era di passaggio, e la sua presenza è stata rilevata dalla Polizia.
    L’arresto era stato convalidato e da allora Klug è in carcere e oggi è stata confermata anche la custodia cautelare. Il difensore, avvocato Alessandro Sivelli, farà ricorso in Cassazione. Di “una vittoria piena” del Cile e della Procura generale ha parlato l’avvocato dello Stato cileno Alicia Mejia, sottolineando che “non si tratta di un sequestro di persona, ma di un omicidio”.
   

Rispondi