(ANSA) – TRIESTE, 5 FEB – Da questa mattina anche all’aeroporto di Trieste sono scattate le misure di controllo della temperatura corporea dei passeggeri in arrivo dall’estero.

“Da questa mattina – ha spiegato l’a.d. di Trieste Airport, Marco Consalvo – a tutti i passeggeri provenienti da voli internazionali viene misurata la temperatura con un termometro laser”. La procedura, ha aggiunto, “prevede la presenza di un medico che in funzione del risultato attiverà o meno un canale sanitario”.

Le operazioni vengono eseguite all’ingresso della sala arrivi, dalle ore 6 alle 23. Per il momento allo scalo di Ronchi dei Legionari, ha concluso, non si registrano rallentamenti o difficoltà burocratico-amministrative.

Saranno inoltre “distribuiti dei volantini” contenenti alcune indicazioni per “chi, nei 14 giorni precedenti dall’arrivo dovesse avere volato in Cina o essere stato a contatto con persone provenienti dalla Cina”.

In questi casi, conclude Consalvo, è necessario “chiamare il numero 1500 per avere informazioni”.
   

Rispondi