Prima Pagina>Economia>FdI: Basso, mozione su annullamento Tar concorso Dirigenti scolastici
Economia Friuli Venezia Giulia

FdI: Basso, mozione su annullamento Tar concorso Dirigenti scolastici

 Sul blocco del concorso per Dirigenti scolastici, annullato dal Tar, interviene il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Alessandro Basso, a difesa di quanti si sono aggiudicati il ruolo con superamento della prova: “È una notizia con conseguenze nefaste quella dell’annullamento del concorso per dirigenti – ha commentato -.
La speranza è nel ricorso annunciato dal ministero dell’Istruzione al Consiglio di Stato avverso la decisione1 del
Tribunale amministrativo regionale. Tanti candidati friulani hanno superato le prove concorsuali con risultati positivi e frutto di un impegno serio e motivato”. 

In Friuli gli istituti senza dirigente titolare nell’annata 2018-’19 sono 73 su 171. I dirigenti “reggenti” sono pendolari
tre giorni su sei tra la scuola di titolarità e quella in supplenza annuale, le reggenze censite dal Ministero dell’Istruzione in Friuli 2018-2019 sono 30 a Udine e 18 a Pordenone, con numeri in potenziali crescita e scuole
sottodimensionate. “Le scuole rischiano il caos, il primo settembre 2019 potrebbero aumentare le reggenze contando
pensionamenti e trasferimenti: senza i vincitori del concorso si annuncia l’emergenza gestionale. Un’emergenza da risolvere se si vuole scongiurare il blocco dell’istruzione” continua Basso, che ha quindi presentato in Consiglio regionale una mozione per interessare della situazione la Giunta e l’assessore Rosolen affinché valuti di prendere parte, con un intervento ad adiuvandum, al ricorso che sta nascendo da parte dei partecipanti al concorso, danneggiati dalla suddetta sentenza, per appoggiare la richiesta di sospensiva che il Miur sta predisponendo, con
l’Avvocatura dello Stato, al Consiglio di Stato.