(ANSA) – TRIESTE, AGO – Quello appena passato è ”un anno positivo per Argo, con molte soddisfazioni. Siamo partiti su tutti i pilastri sui quali si basa questo grande programma di innovazione che vede in Friuli un laboratorio con l’interesse di due ministeri, Sviluppo economico e Università e ricerca”. Dopo un anno vedo l’entusiasmo dell’inizio. Adesso, però, dobbiamo accelerare”. E’ un bilancio positivo quello delineato da Stefano Casaleggi, direttore generale di Area Science Park, che in un’intervista all’ANSA, traccia le linee di sviluppo di Argo, il progetto di ricerca applicata al sistema industriale a un anno dal suo avvio.
    Tutti e 4 i pilastri su cui Argo è basato, spiega, ”sono partiti. Hanno velocità diverse perché la complessità che ci sta dietro è diversa”. Argo, aggiunge, è cresciuto con circa una trentina di persone e 19 giovani ricercatori e in programma ci sono una ventina di assunzioni. ”Ma c’è un enorme difficoltà a trovare persone qualificate”. Il problema, conclude, ”è demografico”. (ANSA).
   

Rispondi