(ANSA) – TRIESTE, 10 GEN – Prosegue il confronto tra la Safilo e le organizzazioni sindacali che oggi, al termine di un incontro che si è tenuto a Padova, dedicato allo stabilimento di Martignacco (Udine), hanno stabilito di rivedersi il 14 gennaio prossimo, questa volta nella sede della Regione Friuli Venezia Giulia. Nel corso della riunione, oltre a ribadire la volontà di chiudere l’impianto friulano, l’azienda ha confermato la propria iniziativa di aver individuato un advisor che, previo accordo con tutte le parti sociali, avrà l’incarico di ricercare potenziali investitori per la cessione o riconversione industriale del sito e supportare l’azienda nel ricollocamento delle persone coinvolte, con un servizio di ricerca attiva di posizioni di lavoro. Inoltre, Safilo ha rimarcato la volontà di attivare un piano di incentivazione all’esodo finalizzato a gestire l’impatto sociale della decisione. Domenica intanto il sottosegretario allo Sviluppo economico Alessandra Todde sarà a Martignacco per incontrare i lavoratori.
    (ANSA).
   

Rispondi