(ANSA) – MILANO, 13 MAR – Sarà svelata domani la targa voluta dall’associazione Il Giardino dei Giusti (composta da Gariwo, Comune di Milano e UCEI), in onore dell’intellettuale ungherese István Bibó; Simone Veil, ebrea francese sopravvissuta alla Shoah; Wangari Maathai, prima donna africana a ricevere nel 2004 il Premio Nobel per la pace; Denis Mukwege, medico congolese, che assiste le vittime dello “stupro come arma di guerra”.
    “In un momento in cui l’identità politica e culturale del nostro continente è messa in forse e riaffiorano odio e antisemitismo – ha dichiarato Gabriele Nissim, Presidente di Gariwo – abbiamo scelto Simone Veil e István Bibó, figure esemplari dell’impegno in difesa della dignità umana contro l’intolleranza generata dai populismi e dai nazionalismi che agitano tante nazioni. Accanto a loro vogliamo onorare chi in Africa si è battuto e si batte per la tutela dell’ambiente, la democrazia e la pace, come Wangari Maathai e Denis Mukwege”.
   

Rispondi