Aveva la base logistica nel grattacielo multietnico Hotel House di Porto Recanati un gruppo criminale, facente capo in particolare a soggetti pakistani, che riforniva di eroina le zone di Ancona, Jesi e del Maceratese: lo hanno scoperto il carabinieri della Compagnia di Jesi, coadiuvati dai militari di Macerata e Ascoli Piceno, le cui investigazione hanno portato alla luce un importante canale di rifornimento, da Roma a Porto Recanati che permetteva, con cadenza mensili, l’arrivo di consistenti quantitativi di droga. I carabinieri hanno eseguito delle ordinanze di misure cautelari emesse dal gip di Macerata, su richiesta della locale Procura, nei confronti di quattro persone indiziate di svolgere spaccio continuato di eroina. Un pakistano è finito in carcere, due suoi connazionale ai domiciliari; mentre una donna italiana è stata sottoposto ad obbligo di dimora. Le indagini sono state avviate ad ottobre 2018, dal Norm di Jesi, sotto la direzione del pm di Macerata Enrico Riccioni.
   

Rispondi