Prima Pagina>Regioni>Marche>Consiglio Marche, minoranza esce da aula
Marche

Consiglio Marche, minoranza esce da aula

La maggioranza approva per errore all’unanimità un emendamento dell’opposizione che cancella un articolo e i suoi emendamenti, della pdl ‘semplificazione’, poi prospetta una riunione di commissione per un sub emendamento da presentare per ‘correggere’ l’errore. Il fuoriprogramma nell’aula del Consiglio regionale delle Marche, a cui non è seguito però poi alcun emendamento correttivo, ha indotto i consiglieri di opposizione (M5s, Lega, Fi, mentre Fdi è rimasta come ‘portavoce’ dei consiglieri contestatori) ad abbandonare l’aula. Nel mirino delle minoranze, in particolare, il presidente Antonio Mastrovincenzo che subito dopo la votazione aveva detto che non era ancora chiusa, correggendosi e scusandosi poi dopo aver constatato che invece lo era. Tra presidente e consiglieri d’opposizione, i quali hanno improvvisato una conferenza stampa per spiegare le ragioni dell’uscita dall’aula, ci sono state accuse reciproche di scorrettezza.
   

Rispondi