Assolto l’ex direttore generale dell’Asur Piero Ciccarelli, accusato di corruzione nell’inchiesta della Procura di Ancona su presunti scambi di favori tra gli ex vertici Asur e la Medilife spa di Roma, società specializzata nell’erogazione di servizi nel settore sanitario. Questa la decisione del gup di Ancona Paola Moscaroli, dopo una breve camera di consiglio. Ciccarelli è stato assolto perché il fatto non sussiste. Assolti anche Alberto Carelli, ex direttore amministrativo Asur (per non aver commesso il fatto) e Gabriele Neri, membro della commissione di collaudo (perché il fatto non costituisce reato). I tre avevano chiesto di procedere con il giudizio abbreviato. Per gli altri indagati, che non avevano chiesto riti alternativi, il gup ha deciso il rinvio a giudizio. “Sapevo di aver sempre compiuto il mio dovere, anche se non a tutti può aver fatto piacere – il commento di CIccarelli -. L’odierna assoluzione non controbilancia la sofferenza patita”.
   

Rispondi