“Magica”, la lupa del Parco Nazionale dei Monti Sibillini seguita dal satellite attraverso un radiocollare, è morta il 12 luglio dopo essere stata investita da un’auto alle porte di Visso nel Maceratese.

“Si tratta di una grave perdita – dichiara il direttore del Parco Carlo Bifulco – perché con la morte della lupa viene in parte vanificato l’impegno profuso dal Parco nelle complesse e delicate operazioni di cattura e applicazione del collare Gps a un esemplare di una specie di altissimo valore simbolico ed ecologico e specie di interesse comunitario.

In effetti non sono gli animali che attraversano le strade ma siamo noi che attraversiamo ed interrompiamo i loro territori creando con velocità troppo elevate occasioni di incidenti pericolosi anche per gli automobilisti”.

L’animale morto è stato inviato dai Carabinieri Forestali del Parco alla sede di Tolentino dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche, che ha provveduto a effettuare le indagini necroscopiche.
   

Rispondi