(ANSA) – FORNELLI (ISERNIA) – Il 4 ottobre del 1943 i tedeschi, in ritirata, uccisero per rappresaglia sei persone a Fornelli (Isernia) condannandoli alla forca. Oggi l’intero paese si è dato appuntamento a Castelcervaro, luogo dell’eccidio, per commemorare i martiri: Giuseppe Laurelli, Giuseppe Castaldi, Vincenzo Castaldi, Celestino Lancellotta, Domenico Lancellotta e Michele Petrarca. Laurelli, all’epoca dei fatti, era il podestà del paese che si immolò per salvare altri uomini. Per il 76esimo anniversario sono arrivati, dall’America, i parenti di una delle sei vittime: Giuseppe Castaldi.
    “Per noi è importante la loro presenza – ha detto il sindaco Giovanni Tedeschi a margine della cerimonia – è un segno di forte attenzione verso la storia e la memoria di fatti tragici che non deve morire affinché non accada mai più”. Il primo cittadino ha annunciato che “sono stati consegnati i lavori per la costruzione del Museo dell’Eccidio”.
   

Rispondi