Prima Pagina>Regioni>Molise>‘Latte, che storia’,il 30 la premiazione
Molise

‘Latte, che storia’,il 30 la premiazione

(ANSA) – TERMOLI (CAMPOBASSO), 29 MAG – La scuola primaria “Cerri” di Casacalenda (Campobasso), con la V A, vince nella categoria disegno la 28/a edizione del concorso “Il Valore del latte”, premio Vittorio Del Giudice, organizzato dall’azienda lattiero-casearia Del Giudice di Termoli, che coinvolge le primarie e secondarie di primo grado di Molise, Abruzzo e Puglia. Quaranta gli elaborati arrivati da 25 istituti. Alla “Cerri” va anche il secondo posto della categoria disegno con la III unica; terzo posto al Circolo didattico D’Annunzio di Trani (BT), classe II B. La giuria, presieduta da Giulio Corradi e composta da Eulalia Del Giudice, Fabio Di Camillo, Concetta Vella e Tecla Marcovicchio, si è riunita nei giorni scorsi per valutare i lavori realizzati sul tema “Latte, che storia”. Nella sezione “Tema & Poesia” prima ancora la “Cerri”, V A, seguita dall’Istituto comprensivo di Corropoli (Teramo), classe IV unica; al terzo posto il comprensivo statale di Campodipietra (Campobasso), classi IV A e IV B.
    Nella categoria “Foto & Video”, prima classificata la media inferiore di Termoli “Bernacchia-Brigida”, classe II C, secondo posto per l’Istituto “Mennea”, sezione staccata di Montalcini, di Barletta, classe III B, terzo posto per l’Istituto comprensivo di Trivento (Campobasso). Nel digitale la vittoria è andata alla scuola di Corropoli, classe I F, seguita dalla “Gaetano Cardelli” di Mosciano Sant’Angelo (Teramo), classe I A, e dall’Istituto comprensivo di Trivento, II C. Per la Canzone primo posto alla classe II C di Trivento, secondo all’Istituto “Mattei” di Civitella Roveto (L’Aquila)), classi II A e II B. La cerimonia di premiazione si svolgerà domani, giovedì 30 maggio, alle 10, nell’auditorium del Cosib nel nucleo industriale di Termoli. Parteciperanno i vertici dell’azienda, gli alunni delle scuole vincitrici con i docenti, il comandante dei Carabinieri di Termoli, Edgard Pica, e David Falcinelli dell’Associazione Produttori italiana.
   

Rispondi