(ANSA) – TORINO, 27 SET – La tecnologia spinge a essere ancora più virtuosi nella raccolta differenziata dei rifiuti. Lo evidenzia l’esperimento fatto da Amiat Torino dotando di tessera elettronica personale alcuni nuclei familiari in corso Traiano: nelle ‘ecoisole’ assegnate ad agosto la quota di differenziata è passata dal 32% al 62,9%. Il dato è stato diffuso oggi alla presentazione della campagna di comunicazione istituzionale per i 50 anni dell’azienda. I cittadini verranno informati, nei primi 15 giorni di ottobre, attraverso affissioni su tabelloni in strada, su mezzi di trasporto pubblico e nelle stazioni della metropolitana. Sei le attività della campagna, contraddistinta dalla mascotte ‘Taurino netturbino’: raccolta differenziata, igiene urbana, rifiuti ingombranti, servizi per la viabilità invernale, analisi di laboratorio, innovazione tecnologica. Il presidente di Amiat Christian Aimaro ha confermato che la raccolta differenziata ‘porta a porta’ sarà estesa tutta la città, compreso il centro, “entro metà 2021”.
   

Rispondi