(ANSA) – TORINO, 25 SET – “E’ una grande alba. In questi ultimi giorni abbiamo avuto un’impennata di richieste per partecipare ai vari meeting, almeno cento al giorno. Siamo soddisfatti perché vogliamo che la gente venga per ascoltare idee sul mondo del lavoro e applicarle”.

Lo sottolinea Pier Carlo Barberis, ideatore degli Stati Generali del mondo del lavoro, al via oggi fino a sabato 28, a Torino, con 33 eventi e 90 speaker in 11 location della città, dal Lingotto Fiere al Piccolo Regio, ai Musei del Risorgimento e dell’Automobile.

A dare il via alla manifestazione il Job Meeting al PalaRuffini, che ha offerto a oltre 2mila persone la possibilità di incontrare 60 aziende e partecipare alle selezioni attualmente attive. Tre le parole chiave degli Stati Generali, innovazione, sviluppo e sostenibilità. Si parla di welfare, ricadute occupazionali dei grandi eventi, etica e felicità nel lavoro, con un programma dedicato alle donne e un focus sulle start up.
   

Rispondi