Nelle stesse ore in cui a Roma vengono ripristinati i vitalizi, noi qui in Puglia abbiamo scritto una pagina di buona politica, con la speranza che coloro che verranno dopo di noi tra i banchi dell’Aula potranno aggiungere altre pagine. Con un prelievo di solidarietà, temporaneo, sui vitalizi dei consiglieri regionali finanzieremo per un importo complessivo di un milione e 200mila euro quattordici progetti di ricerca per la cura delle malattie rare.

Sono quelle malattie gravi, spesso incurabili ed invalidanti, che colpiscono in Puglia (e non solo in Puglia) oltre 16.000 persone, soprattutto bambini e giovani adulti, con conseguenze talvolta drammatiche per le famiglie coinvolte per la difficoltà di avere una diagnosi, di trovare una terapia e una rete di servizi socio-sanitari ed assistenziali idonei.

E per esperienza sia professionale e sia personale so benissimo quanto sia difficile combattere con un nemico invisibile che toglie il fiato, che toglie ogni certezza all’ammalato e ai suo familiari.
Come componente dell’Ufficio di presidenza ringrazio tutti i colleghi, in primis il presidente del Consiglio Mario Loizzo, per aver dimostrato con atti concreti che questa Regione è al fianco dei cittadini più fragili e indifesi. Un bel traguardo che arriva proprio nelle settimane in cui qui in Puglia, il prossimo 13 luglio, si celebreranno i 50 anni dall’insediamento del primo consiglio regionale”.
Lo dichiara il consigliere regionale di Senso Civico – Un Nuovo Ulivo per la Puglia, Giuseppe Turco.