E’ arrivato all’undicesimo giorno lo sciopero della fame intrapreso dallo chef sardo Paolo Palumbo, malato di Sla, che nei giorni scorsi aveva lanciato un appello al Governo e al presidente della Repubblica Sergio Mattarella per poter avere una nuova cura. “Garantiteci l’accesso come in America o Israele alla sperimentazione di Brainstorm”, ha scritto su Facebook Palumbo. Si tratta di una terapia a base di cellule staminali mesenchimali che agiscono sul sistema nervoso centrale e che è ormai alla fase 3 della sperimentazione negli Stati Uniti e in Israele.
    “Sono in riserva come un’automobile – scrive oggi sui social il giovane che oristanese – ma la voglia di guarire e il vostro affetto sono la mia benzina. State tranquilli: quando sento il fisico allo stremo integro con vitamine e sali minerali. Il senso di fame è offuscato dalla rabbia e dalla SPERANZA IN #BRAINSTORM. Sostenetemi oggi più che mai”.
    Intanto Palumbo ha ricevuto la visita del cuoco del Cagliari calcio, William Pitzalis, collega e amico, che gli ha regalato una maglia del Cagliari con il suo nome e il numero 10.

Rispondi