Prima Pagina>Regioni>Sardegna>Teatro: Mascia Musy è Maria Callas
Sardegna

Teatro: Mascia Musy è Maria Callas

(ANSA) – CAGLIARI, 6 FEB – “Rischiate sempre e abbiate il
coraggio di essere voi stessi”. E’ l’esortazione che Maria
Callas rivolge ai suoi allievi alla Juilliard School Music di
New York. Mascia Musy interpreta il celebre soprano in “Maria
Callas – Master Class” di Terrence McNally, in cartellone il 7
febbraio alle 21 al Teatro Civico di Alghero, l’8 alle 21 al
Teatro/Centro Culturale di Dorgali, il 9 al Teatro San
Bartolomeo di Meana Sardo e il 10 alle 18 all’AMA di Arzachena
per La Grande Prosa del Cedac.
    L’attrice romana, figlia d’arte e vincitrice degli Olimpici
del Teatro, del Premio Gassman e dell’Ubu per l'”Anna Karenina”
di Nekrosius, presta volto e voce all’icona dell’opera lirica.
    “Interpretare la Callas è una responsabilità, lo faccio in punta
di piedi: come tutti ho amato questa grande artista, una
creatura speciale che si può solo evocare. Lo spettacolo è
un’occasione per renderle omaggio”, dice all’ANSA.
    La pièce ispirata alle sue famose masterclass è “una lezione
dove si parla di arte e di vita, con dettagli sul canto e sulla
musica ma anche sul fare arte sul palcoscenico – racconta Musy –
perché i cantanti devono “recitar cantando” e sulla la ricerca
della verità”. Sul palco insieme con Mascia Musy, i soprani
Sarah Biacchi e Chiara Maione e il tenore Andrea Pecci con Diego
Moccia al pianoforte, per la regia di Stefania Bonfadelli. Una
carriera sul palcoscenico, dove ha esordito adolescente in “Bambini Cattivi” di Enrico Vanzina, Mascia Musy ha interpretato
spettacoli di successo: da “La Lezione” a “Senilità”, “Medea”, “Anonimo Veneziano” e “Il Trionfo dell’Amore”. Con Nekrosius
recentemente scomparso è stata la Sara di “Ivanov” e poi “Anna
Karenina”.
    “Penso che fosse un poeta – aggiunge- siamo orfani della sua
arte e del suo genio, del suo talento per la semplicità: diceva
sempre: fate in modo che possa capire anche un bambino”,
rammenta l’attrice. Mascia Musy vedova dello scrittore Franco
Scaglia, ha regalato i suoi libri all’isola di Alicudi, per far
nascere la biblioteca “Tra cielo e mare Franco Scaglia”. (ANSA).
   

Rispondi