(ANSA) – ROMA, 12 LUG – “Mentre il mare restituiva i corpi delle vittime del naufragio di inizio luglio al largo della Tunisia, in commissione Affari Costituzionali il sottosegretario Molteni tornava a parlare delle ‘evidenze’ di legami tra trafficanti di uomini libici e le Ong: una ‘evidenza’ finora smentita da tutte le inchieste giudiziarie svolte sulle Ong che effettuano attività di salvataggio in mare. I soli legami dimostrati, come ho ricordato a Molteni, sono quelli tra gli scafisti e la cosiddetta ‘Guardia costiera libica’, a cui il nostro Paese solo pochi giorni fa ha rinnovato supporto, annunciando la fornitura di altri mezzi. Le prove di questi legami si trovano nei documenti ufficiali del Consiglio di Sicurezza dell’Onu”. Lo afferma Riccardo Magi, deputato radicale di +Europa.
   

Rispondi