Incentivare nel comprensorio del Trasimeno la creazione e lo sviluppo di microimprese e piccole imprese non agricole che svolgono attività di valorizzazione del territorio, dei suoi prodotti alimentari e artigianali tipici, produzione e servizi per la popolazione rurale: è con questa finalità che, su proposta dell’assessore regionale all’Agricoltura Fernanda Cecchini, la Giunta regionale ha attivato le procedure per l’accesso agli aiuti previsti nell’ambito del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 a sostegno della “creazione/sviluppo di imprese extra-agricole nei settori commerciale, artigianale, turistico, servizio, innovazione tecnologica”.
    “Ci sono a disposizione 1 milione e 800mila euro per l’anno 2019 – rende noto l’assessore – destinati alle aziende che aderiscono alla strategia dell’Iti-Investimento territoriale integrato Trasimeno”.
   

Rispondi