(ANSA) – PERUGIA, 1 GEN – “Sdegno e condanna” a seguito dell’atto di vandalismo avvenuto la notte di Capodanno che ha colpito una delle due panchine rosse simbolo della lotta alla violenza sulle donne, posizionate in piazza Marx a Umbertide, vengono espressi dal sindaco Luca Carizia e dalla vicesindaco con delega alle Pari opportunità, Annalisa Mierla.
    “Chi ha compiuto tutto questo può solo essere considerato un incivile – affermano, in una nota del Comune – che, oltre a profanare la memoria di tutte le donne vittime di violenza, ha mortificato e colpito il lavoro dei docenti e degli studenti della scuola secondaria di primo grado ‘Mavarelli-Pascoli’, che in collaborazione con la commissione Pari opportunità, avevano voluto posizionare la panchina all’interno dell’area verde di piazza Marx. Quello che è accaduto ha ferito nel profondo tutta la nostra comunità. Grazie al sistema di videosorveglianza presente nella zona a breve sapremo dare un nome al responsabile di questo gesto stupido e ignobile”.
   

Rispondi