Prima Pagina>Regioni>Umbria>Lingua dei segni per rapporti con Comune
Umbria

Lingua dei segni per rapporti con Comune

(ANSA) – FOLIGNO (PERUGIA), 29 APR – Per la prima volta in Umbria, verrà attivato a Foligno il servizio di interpretariato in lingua dei segni italiana (Lis) per sordi. Ogni lunedì, a partire dal 6 maggio, dalle 9 alle 12, allo Sportello unico integrato, in piazza della Repubblica, sarà presente un interprete Lis, per sostenere le persone sorde nei rapporti con il Comune.
    Il servizio – frutto di una convenzione tra Comune di Foligno e Ente nazionale sordi, sezione provinciale di Perugia, della durata di un anno – è finalizzato ad evitare l’emarginazione e l’isolamento delle persone sorde. L’interprete Lis interverrà per il sostegno ai sordi nei rapporti con il Comune. Il presidente provinciale dell’Ens, Luigi Locchi, ha sottolineato l’importanza di “abbattere le barriere di comunicazione”. Per Luciana Rossetti, presidente regionale Ens, “è stato raggiunto un risultato importante per dare pieno diritto alle persone sorde. E’ il primo esempio in Umbria. L’obiettivo è di allargare questa esperienza in altri centri”.
   

Rispondi